Femminicidio a Ragusa, il Riesame conferma la custodia in carcere per l’ex marito di Maria Zarba

Il Tribunale del Riesame di Catania ha confermato la custodia in carcere per Giuseppe Panascia,74 anni unico indagato nell’omicidio di Maria Zarba, ex moglie 66 anni, trovata morta nella sua abitazione lo scorso 11 ottobre a Ragusa. Il legale di Panascia, non commenta. “Attendiamo il deposito delle motivazioni e i risultati del dna per quanto riguarda le tracce di sangue ritrovate dalla Scientifica”. Il legale dsi riferisce alle tracce ematiche rinvenute sulla portiera e all’interno dell’auto con la quale Panascia si è allontanato dalla casa della moglie in orari compatibili con il delitto. Il legale che rappresenta i figli di Maria Zarba, l’avvocato Farbrizio Cavallo sostiene che “il fatto che l’impianto indiziario abbia resistito anche al vaglio del Tribunale del Riesame di Catania, ci conferma che l’indagine, magistralmente condotta dal pubblico ministero e dalla Squadra mobile di Ragusam, ha raccolto indizi univoci e convergenti nei confronti dell’indagato”. L’indagine coordinata dal sostituto procuratore Giulia Bisello, è stata compiuta fagli uomini della Squadra Mobile di Ragusa di Nino Ciavola e dagli agenti della Svientifica, gabinetto di Palermo, specializzato in crimini violenti

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine