Ignazio Abbate, il “Sindaco accerchiato”: tutti contro di lui. Così sfugge sempre ai problemi della Città!

Un perenne clima da campagna elettorale e nessun rispetto per le opinioni altrui.

Si potrebbe definire così l’atteggiamento del Sindaco di Modica, signor Ignazio Abbate.

Da quando Abbate è stato eletto primo cittadino della città della Contea non ha fatto altro che attaccare chi muoveva semplicemente critiche, senza curarsi se a farlo fossero Consiglieri comunali d’opposizione, giornalisti, sindacati o privati cittadini.

Nessuna cura per il rispetto dell’opinione altrui.

Certamente non possiamo consigliare ad Abbate di convertirsi al credo del “non condivido la tua idea ma darei la vita affinchè tu possa esprimerla”.  Il punto massimo (del minimo!), però, il Signor Sindaco lo ha raggiunto attaccando Salvatore Terranova della Cgil ed accusandolo di aver “aperto la campagna elettorale”.

Com’è ovvio la Cgil è un sindacato e, in quanto tale, non partecipa a “contese elettorali”.

Fa politica? Sì, caro Signor Sindaco, fa politica nel senso più alto e riferito alla “Polis” (eventualmente leggasi il vocabolario).

La Cgil e Salvatore Terranova (quest’ultimo non regala affatto l’idea di un pericoloso eversivo da attaccare) hanno soltanto fatto presente il vero ed unico problema della discussione: ovvero il mancato pagamento degli emolumenti ai dipendenti comunali ed il salario integrativo come da impegno sottoscritto e non rispettato.

Ed in più ricordiamo che la Corte dei conti, lo scorso 27 settembre, ha deliberato che il Comune di Modica proceda alla dichiarazione di dissesto finanziario ai sensi e per gli effetti dell’articolo 243 quater, comma 7, del Testo Unico degli Enti locali.

Ci domandiamo: anche la Corte dei Conti ha aperto la propria campagna elettorale?

Signor Sindaco, Signor Ignazio Abbate, adesso accuserà anche chi scrive di volersi candidare, ne siamo certi.

Rimarrà comunque il tema sul campo: quando darà risposte alle domande che le pongono sindacati, forze politiche e liberi cittadini senza il “complesso dell’accerchiamento”?

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine