La vergogna nel cuore di Ortigia: i luoghi delle scritte “Poliziotti bastardi”. Tutto abusivo in mano ai delinquenti?

0
31783

Ortigia è meravigliosa, sempre popolata da turisti che ne ammirano il fascino architettonico e paesaggistico: una vera perla incastonata a Siracusa.

Ad un qualsiasi turista può capitare però, se imbocca la via “sbagliata”, di imbattersi nell’imbarazzante via Alagona, un vero e proprio “quartier generaleper pregiudicati e pluripregiudicati (con tutto il rispetto possibile per i residenti che lottano ogni giorno ma non denunciano). I delinquenti, nonostante gli sforzi delle forze dell’Ordine, danno la sensazione di spadroneggiare indisturbati.

Il tutto in una sorta di “triangolo franco” fra via Alagona, via Maestranza e vicolo dell’Ulivo, con in testa il gruppo che fa riferimento al pericoloso “piccolo boss”, Gianclauido Assenza, fra il panico dei cittadini. Basti pensare che un pregiudicato agli arresti domiciliari, Michele Amenta, usciva dal retro della sua abitazione in via Maestranza per spacciare direttamente su vicolo dell’Ulivo, con tanto di sediolina e banchetto! Per non parlare di Antonio Genova, detto “Barabba”.

Ed è in questo fazzoletto di Ortigia che, alla luce del sole, fanno bella mostra di sé  due scempi: il primo è un edificio occupato abusivamente da diversi pregiudicati, con in testa – quando venne occupato, mesi fa – proprio Gianclaudio Assenza, e trasformato in una casa ultrà; il secondo una vera e propria casbah, ovvero un mercatino totalmente abusivo gestito dal pluripregiudicato Francesco Gallitto, detto “Franco u baffuni”.

IL LOCALE ABUSIVO CON LE SCRITTE: “TUTTI I POLIZIOTTI SONO BASTARDI”

Tutti i poliziotti sono bastardi”, ovvero “Acab”, e poi “diffidati liberi”, insulti alle altre città siciliane, i muri delle stradine completamente imbrattati di vernice blu e bianca, i colori sociali del Siracusa calcio.

Sì, perché è proprio qui, in via Alagona nel cuore di Ortigia che, in un locale abbandonato da anni, di proprietà – secondo i bene informati – di anziani signori, è stato abusivamente collocato un centro di ultras.

Ed è lì, come testimoniano le foto che, fra pericoli enormi dati dal cedimento della struttura, i pluripregiudicati – con in testa a maggio scorso, secondo i residenti, Gianclaudio Assenza – si ritrovano e fanno baldoria nelle ore diurne e, soprattutto, notturne (quando le volanti del Commissariato di Ortigia sono lontane da quei luoghi).

LA CASBAH, OVVERO IL MERCATO (DEI PREGIUDICATI) SENZA AUTORIZZAZIONI

Ed è sempre in quel triangolo che si dipana da via Alagona che troviamo il mercatino di  Franco u baffuni, al secolo Francesco Gallitto, l’ultima in ordine di tempo attività fuori legge del pluripregiudicato.

Totalmente abusivo (come da foto che troverete più sotto), il mercato-casbah è sorto dal nulla a partire dall’estate scorsa.

Oltre ad essere abusivo e fatiscente, i prodotti non hanno alcun tipo di igiene proprio per il modo con cui sono “trattati”. Vogliamo ricordare che, per ogni abusivo come u baffuni, dieci che pagano le tasse regolarmente sono costretti a chiudere.

Nell’attività Franco u baffuni è spalleggiato dal figliastro Michael Francesco Mauceri, detto il “Cesco di Ortigia“, pluripregiudicato ed elemento pericoloso e di spicco della criminalità ortigiana, fedelissimo di Gianclaudio Assenza.

Il “Cesco di Ortigia” è uno dei capo ultras ed è fratello di Salvatore Mauceri, detto “Salvo u ‘rossu“, anche lui pluripregiudicato, spacciatore e in questo periodo agli arresti domiciliari in Vicolo dell’Ulivo.

Salvatore Mauceri, va ricordato, è stato arrestato nei mesi scorsi all’imbarco per Malta, dal Porto di Pozzallo, insieme al consigliere comunale Antonio Bonafede (LEGGI ARTICOLO) per traffico d sostanze stupefacenti, con 20 chili di droga.

Salvatore Mauceri “U ‘Rossu”, Michael Francesco Mauceri, “Cesco Ortigia”, Francesco Gallitto “U Baffuni”

Sembra incredibile, ma è così: tutto questo ad Ortigia, nel cuore pulsante di Siracusa e con migliaia di turisti che camminano nelle splendide viuzze con i poliziotti che, se da questi pregiudicati vengono etichettati come “bastardi”, da ognuno di noi dovrebbero essere  ringraziati per quanto tentano di fare con le forze che hanno.

Certo l’immagine è devastante, così la domanda spontanea è: si può continuare così? E le altre:

  • Quando verrà chiuso il mercatino abusivo di Franco u baffuni?
  • Quando verrà sgomberato il ritrovo ultras?
  • E quando, infine, coperte quelle scritte vergognose contro i poliziotti?

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine