Modica e la follia alle case popolari: “Siete gente infame, sbirri. Prima o poi ammazzo voi e il cane”

1
11950

Siete gente infame, sbirri. Siete una famiglia tinta e di merda, prima o poi la pagherete. Intanto vi ammazzo il cane”.

Alle case popolari di Modica c’è un problema irrisolto a cui, nonostante i tanti precedenti (e diversi arresti), nessuno riesce a porre fine.

Stiamo parlando di Giancarlo Noto, violento pluripregiudicato modicano che ieri, dopo aver pestato a sangue mesi fa un abitante delle case popolari (LEGGI ARTICOLO) appena dopo l’uscita di galera, è ritornato alla carica. Il “teatro” dello scontro sono sempre le case popolari ed il Giancarlo Noto, davanti a testimoni, ha aggredito (stavolta verbalmente) alcuni condomini accusandoli di essere “sbirri” perché – a suo dire – denunciano la sua attività di spaccio.

Nel condominio dovete mettere la tabella Carabinieri” ha esclamato in maniera dispregiativa Giancarlo Noto, siete una “famiglia tinta prima o poi ve la faccio pagare, prima o poi vi prenderò a botte. A me possono anche portarmi in galera ma io vi ammazzo di botte” ed intanto vi “ammazzo il cane”.

Giancarlo Noto è un fiume in piena ed è diventato un serio problema sociale. Sarebbe necessario dare un segnale importante di attenzione verso il territorio, in quanto Giancarlo Noto, nonostante i diversi arresti, non è neanche sorvegliato speciale. Ed alle case popolari hanno tutti paura.

E’ impossibile che un luogo così delicato, come le case popolari, sia lasciato alla mercè di chi, come Giancarlo Noto, si sente il raìs del luogo (nonostante gli sforzi delle Forze dell’Ordine).

La gente deve comprendere che denunciare conviene, ma chi denuncia va tutelato e pluripregiudicati come Noto assicurati alle Patrie galere.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

1 commento

  1. L’Italia é piena di CANAGLIE IMPUNITE. Contro ‘sto balordo ci vuole CERTEZZA della PENA. GALERA, tanta galera e buttare via la chiave… Magari dentro gli …succede quel che gli occorre.

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine