Modica, una lettera importantissima…

0
1266

Cari amici del Tazebao,

Di seguito riporto il testo di una lettera che ritengo assai importante per Modica e per noi tutti modicani.

Inutile dire che sottoscrivo ogni parola della missiva, non senza ostentare un certo entusiasmo ed orgoglio per i meriti dell’attuale Sindaco di Modica, tanti e tali da spingere l’estensore della lettera medesima a formulare corrispondente ambiziosa richiesta.

Buona Lettura
Antonio Ruta

Ai Concittadini di Modica

Ai Rappresentanti delle

Istituzioni cittadine

Agli Organi di stampa

 

Oggetto: PREMIO STREGA

 

A tutti i destinatari chiediamo di impegnarsi, insieme a noi per trovare il modo di proporre il Sindaco di Modica per i diversi premi letterari, che si conferiscono in Italia, quanto meno per il PREMIO STREGA.

Non possiamo non rilevare la Sua inesauribile vena letteraria in ogni campo, soprattutto in quella ineguagliabile della “favolistica”.

Non possiamo esimerci, però, dal rilevare che mentre incanta tutti gli altri lettori e destinatari dei Suoi comunicati, purtroppo produce in chi vive di lavoro diretto ed indiretto dei vari servizi comunali non già la conciliazione del sonno, bensì l’insonnia.

Tale limite discende esclusivamente dalla circostanza che quando recita le parole che li vedono direttamente interessati, è sempre inesorabilmente ripetitivo; di tal che produce in loro una sorta di ossessione: sono costretti a chiedersi sempre se dormono o sono desti, fatalmente, ogni volta, il risveglio, anzi no, l’ossessione che li accompagna si manifesta cronica.

Si può definire “delusione permanente”. Qualche maldicente traduce tale induzione all’insonnia come premeditata, finalizzata, cioè,  ad indurre uno stato confusionale all’interno delle urne elettorali, quando si vota per una qualsiasi carica istituzionale, cui il NOSTRO sia candidato ed ambisca, con la piena carica dell’autoesaltazione.

I lavoratori dipendenti potrebbero sbagliare il voto, ci auguriamo che non lo facciano i cittadini elettori, ai quali reiteriamo l’invito a segnalarlo, quanto meno per il surrichiamato PREMIO STREGA.

In bocca al lupo ai modicani augurando che ne possano essere orgogliosi.

Probabilmente riceveranno un congruo premio in denaro.

Speriamo che ai lavoratori siano date in cambio per il loro impegno lavorativo, quanto meno, cambiali da poter mettere all’incasso.

 

Ettore Rizzone

Condividi

Antonio Ruta, classe 1977, esercita la professione di avvocato.
Ha sempre militato nella sinistra ed oggi quale componente dell’area Civati fa parte del coordinamento cittadino del PD modicano. Sposato, ha scelto di rimanere a Modica per costruire una famiglia e per contribuire, come cittadino, alla crescita della città. Oggi collabora con La spia.it, per la quale cura la rubrica di commento ‘Il Tazebao’. Politicamente si colloca nell’area della sinistra radicale del partito, convinto assertore degli ideali socialisti e delle politiche di tutela dei diritti e della sostenibilità ambientale.
Ha eletto a suo modello un concittadino illustre anche se troppo spesso bistrattato, Raffaele Poidomani, il cui genio creativo e la grande umanità personale rappresentano per Antonio Ruta un punto di riferimento ed un esempio non comune di sacrificio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine