Picchia, minaccia e perseguita la ex: misura cautelare per Giovanni Magro, cognato del capomafia Crapula

0
9335
Giovanni Magro

Giovanni Magro, cognato del capomafia di Avola, Michele Crapula, dopo anni in cui ha sottoposto l’ex a violenze fisiche e vessazioni psicologiche, è destinatario della misura cautelare personale, che consiste nel divieto di avvicinamento e l’obbligo di dimora nel Comune avolese per atti persecutori e minacce gravi.

Negli anni Giovanni Magro, pluripregiudicato con condanne e precedenti per armi, droga e ricettazione, ha indotto la ex in uno stato di stress perenne tale da convincerla ad abbandonare la provincia di Siracusa.

Oltre a perseguitare l’ex compagna, Magro con fare spocchioso e sicuro di sé dato forse dalla vicinanza con il cognato capomafia (la moglie di Michele Crapula, Vera Magro, è sorella di Giovanni Magro), ha iniziato a prendere di mira con minacce anche i familiari della sua ex e un amico della donna, nonostante stesse scontando una pena, in regime di arresti domiciliari per altri reati.

Magro ha più volte picchiato anche fisicamente la donna, provocandole gravi danni e riducendola ad uno stato di perenne frustrazione. In questo periodo il pericolo per la donna è accresciuto in considerazione dell’imminente scadenza della custodia cautelare per altri reati, periodo in cui Magro ha comunque rivolto minacce alla donna ed ai suoi familiari.

E’ per tale ragione che, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Avola, hanno notificato a Giovanni Magro la misura cautelare personale.

Giovanni Magro, basta vedere il suo profilo su Facebook, si è sempre dimostrato strafottente della Giustizia, tanto da pubblicare diversi immagini con continui richiami sia contro le Forze dell’Ordine (“Fedeli sono i cani. Intorno abbiamo solo infami” precisando con la scritta “Ormai 3/ 4 degli sbirri”) e un’altra molto esplicita con scritto “meglio indossare queste (le manette) che il distintivo da infame”.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine