‘Posto occupato’ al Tribunale di Ragusa, in difesa delle donne vittime di violenza

Posto occupato. Anche al Tribunale di Ragusa per iniziativa del Comitato pari opportunità presso l’Ordine degli avvocati di Ragusa, una sedia rossa a significare la vicinanza alle donne vittime di violenza. Da questa mattina e fino al 29 novembre una sedia rossa all’ingresso principale di Palazzo di Giustizia rappresenterà un simbolo di riflessione. Sulla sedia un manifesto che dice: “Posto occupato è un gesto concreto dedicato a tutte le vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Questo posto vogliamo riservarlo a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga”. Il manifesto è firmato dal Comitato pari opportunità e da postoccupato.org“E’un modo per significare la nostra presenza e solidarietà – spiega l’avvocato Francesca Corbino, presidente del Cpo dell’Ordine degli avvocati di Ragusa -, la vicinanza dell’avvocatura che è pronta a trasformare i bisogni della gente, delle donne, in Diritto. Noi interveniamo nella fase repressiva dei crimini commessi ma ciò non ci esula dalla battaglia sociale rappresentata dall’obiettivo delle pari opportunità”.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine