Pozzallo, il Sindaco denuncia: aggredito un Poliziotto

0
2192

Era intervenuto in difesa di una operatrice dell’hot spot di Pozzallo che stava subendo ‘episodi di intolleranza’ da parte di un uomo di nazionalità tunisina appena sbarcato da nave Protector. A seguito della colluttazione, il poliziotto è dovuto ricorrere alle cure mediche: 30 giorni di prognosi.

Lo rende noto il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna “I timori e le preoccupazioni manifestate stamane circa lo sbarco di migranti di nazionalità tunisina hanno trovato fondamento in alcuni episodi di intolleranza da parte degli stessi nei confronti di un’operatrice dell’hot spot. E’ intervenuto un poliziotto rimasto contuso nella colluttazione, rendendosi necessario per lui il ricorso alle cure dei sanitari che gli hanno assegnato una prognosi di 30 giorni”.

Ammatuna riferisce anche di episodi di intolleranza nei confronti di alcuni operatori sanitari dell’ospedale Maggiore di Modica.

“Uno dei migranti che vi era stato condotto per ricevere assistenza sanitaria ha tentato la fuga, ma è stato prontamente bloccato dagli agenti di scorta”. Il sindaco di Pozzallo nel manifestare solidarietà agli operatori e alle forze dell’ordine impegnati nelle attività di controllo all’interno dell’hotspot  rinnova il suo appello affinché vengano presi provvedimenti urgenti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine