“Rapporto di collaborazione in via sperimentale tra i Comuni del Libero Consorzio di Ragusa”. Programmazione dei servizi in Prefettura

A seguito della sottoscrizione, nel luglio scorso, del “Rapporto di collaborazione in via sperimentale ed eccezionale tra i Comuni facenti parte del Libero Consorzio di Ragusa per i servizi congiunti relativi alla Polizia locale”, il Prefetto, Filippina Cocuzza, ha recentemente incontrato i Comandanti delle Polizie locali dei Comuni della Provincia al fine di dare ulteriore impulso al citato accordo, in particolare in prossimità delle festività natalizie.

Il Prefetto, richiamando i risultati già raggiunti, in via sperimentale, mediante servizi congiunti di Polizia locale, ha ribadito le grandi potenzialità del “Rapporto di collaborazione” in questione, soprattutto per Comuni più piccoli dove si registra una forte carenza di personale della Polizia locali da impiegare nel controllo o nella vigilanza o in occasione di particolari eventi che richiamano un grande afflusso di pubblico. Al riguardo, il Prefetto ha sensibilizzato ulteriormente i Comandanti delle Polizie locali ad avvalersi del citato accordo, in relazione alle specifiche esigenze dei Comuni, valorizzando un’importante opportunità di sinergia istituzionale.

Nel corso della riunione, si è concordato, pertanto, di realizzare, sin da subito, servizi comuni con pattuglie miste in materia di sicurezza stradale e per contrastare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti da parte di cittadini. A tale fine, si è stabilito di suddividere il territorio della Provincia in tre macro- aree così costituite:

  1. Area sud: Modica, Ispica, Scicli e Pozzallo;
  2. Area nord: Vittoria, Comiso, Santa Croce Camerina ed Acate;
  3. Area centro: Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo e Giarratana;

Fra i servizi che sono stati programmati, particolare attenzione sarà immediatamente riservata alla prestigiosa manifestazione, in corso a Modica fino al 9 dicembre prossimo, denominata “Chocomodica”, evento che, giunto alla sua decima edizione, vedrà la partecipazione di migliaia di persone e nel corso della quale occorre fornire visibili dispositivi di sicurezza del territorio anche attraverso la presenza degli operatori di Polizia locale.

Il Prefetto ha altresì disposto, per una più efficace pianificazione delle attività, di attribuire il coordinamento dei servizi al Comandante della Polizia locale del Comune capoluogo, il quale, d’intesa con gli altri Comandanti, curerà la predisposizione dei relativi servizi valutando, altresì, le esigenze di tutti i territori della Provincia.

La citata sinergia istituzionale, scaturente dal Rapporto di collaborazione siglato nel luglio scorso e messa a sistema attraverso i servizi sopra descritti, costituisce senz’altro un importante risultato che mira, attraverso la costante la presenza della Polizia locale, a prevenire e contrastare comportamenti illeciti, rafforzando la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine