Socialpericolo (di Salvatore Calleri)

0
1461
Il recente caso internazionale che ha toccato Facebook e Cambridge Analytica è molto interessante.
Molte persone per la prima volta hanno scoperto che le società social fanno soldi con i nostri dati, con le nostre abitudini e che quindi la parola gratis non esiste. Tutto lecito. Ovviamente poi capita che tali dati possono essere usati in modo anomalo da parte di chi vuol mirare al controllo e ad influenzare di conseguenza le elezioni.
Questo fatto ovviamente apre altri scenari.
Innanzitutto servono delle leggi sui dati ed il loro utilizzo a fini non commerciali che siano più stringenti. Servono inoltre maggiori controlli di sicurezza che il caso recente scoppiato ha mostrato in tutta la loro debolezza.
Il quadro è ovviamente ancora da verificare, ma la spregiudicatezza con cui vengono offerti al giornalista che si finge cliente, servizi per delegittimare gli avversari politici inquietano molto. Tra l’altro oramai oggigiorno appare sempre più chiaro che la delegittimazione a furia di fake, bufale e compagnia bella è diffusa in tutti i settori.
Come difendersi? Con la freddezza. Col non urlare ad ogni voce di scandalo su un possibile avversario politico o sociale. Con il non credere a qualunque sciocchezza viene scritta su una persona. Con il non condannare prima che si arrivi all’ultimo grado di giudizio una persona.
Bisogna recuperare una serenità di giudizio in termini anche social dove subito ci si infiamma sul nulla. I cattivoni di turno lo sanno e usano le nostre debolezze social. I nostri istinti tendenti troppo spesso alla idiozia.
Lo sapete quanto è facile sputtanare una persona mettendo in giro notizie false.
Sono in grado in una mezz’ora se voglio, ma non preoccupatevi non voglio e non sono per nulla avvezzo a tenere un siffatto comportamento, anche se ne ho la capacità tecnologica, di creare notizie false comprensive di screenshot social e finte agenzie di stampa per danneggiare una persona. E’ molto più facile di quanto uno immagini.
Quindi cari lettori…. Mi raccomando: siate attenti ed occhio alla bufale. Siate freddi e non fatevi trascinare dall’istinto social.

Il mondo ve ne sarà grato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine