Stati Uniti d’Europa, una soluzione per la Catalogna (analisi di Salvatore Calleri)

0
835

Chi scrive non appartiene alla categoria politica degli indipendentisti ad oltranza, ma semmai a quella degli europeisti utopistici che credono agli Stati Uniti d’Europa… Ma nonostante questo sto seguendo con un misto di apprensione, indignazione ed ammirazione quanto sta succedendo in Catalogna.

Apprensione perchè non mi piace vedere delle persone inermi trascinate e caricate quando vogliono votare a prescindere e soprattutto mi ricorda il c.d. franchismo.

Indignazione in conseguenza dell’apprensione di cui sopra… Determinati comportamenti portano ad indignarsi. Sale la rabbia nei confronti della Spagna. Un sentimento  che non avevo mai provato prima.

Ammirazione come diretta conseguenza di quanto sta avvenendo. La pacificità, tra l’altro storica, dei catalani procura in chi sta seguendo l’evolversi della situazione tale spontaneo sentimento.

In questa situazione la Spagna e l’Unione Europea, lo dico subito non fanno purtroppo una bella figura. La Spagna se non voleva arrivare al caos poteva far svolgere il referendum eppoi dichiararlo nullo e trattare… Ma forse aveva paura del referendum. L’Unione Europea brilla in questa situazione per la sua totale incapacità a affrontare argomenti che non siano di natura economica.

La questione oggi dell’indipendenza catalana può diventare ingestibile e questo sinceramente mi preoccupa molto.

A mio modesto parere il futuro non può essere in una UE burocratica od in un paese sovranista come la Spagna che reprime un territorio ricco come la Catalogna.

L’unica mediazione possibile nel medio periodo è andare verso gli Stati Uniti d’Europa in cui le varie istanze regionali scevre dai singoli sovranismi possono trovare attuazione.

Nel breve periodo si apra subito un tavolo democratico e cessi la repressione… Non possiamo permetterci una guerra civile nel cuore dell’ Europa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine