Vittoria, compie una rapina, va agli arresti domiciliari ma “perde la testa”: “Ma suchi, togli l’articolo”

0
22189

Ma suchi io pane e acqua ma tu nautra cosa, comunque mangio cannelloni a casa alla facciazza tua” e poi ancora “le informazioni ke ha sono sbagliate” ed infine “tolga l’articolo”.

Criticare il giornalista, chiunque esso sia, è diventato uno sport nazionale. Ed allora via a minacce ed insulti, come se piovesse, senza curarsi se le informazioni riportate, come nel caso che raccontiamo, siano riprese fedelmente da un comunicato stampa di una Forza di Polizia.

Ed è proprio quanto accaduto: ieri mattina abbiamo pubblicato, firmandolo “Redazione”, un articolo dal titolo: “Rapina a Comiso, i Carabinieri arrestano due vittoriesi: Ketty Giannelli e Lorena Martinez(LEGGI).

L’articolo riprendeva fedelmente il comunicato stampa con le informazioni diffuse dai Carabinieri di Comiso. Eppure l’ira di una delle arrestate è stata implacabile.

Dagli arresti domiciliari (si, avete capito bene!) la Signora Ketty Giannelli, noncurante di non poter comunicare con l’esterno, ha utilizzato il proprio profilo Facebook per insultare e dileggiare il lavoro del giornalista, intimando una immediata “rimozione dell’articolo”. Invece di vergognarsi per il fatto commesso.

Le considerazioni, però, al netto di un altro reato commesso dalla Signora Ketty Giannelli, ovvero l’aver comunicato con l’esterno dagli arresti domiciliari, sono altre.

Il problema è molto più serio: può il giornalista, qualsiasi cosa scriva, prendersi insulti e minacce? Si può continuare con questo andazzo?

Ed infine: qualcuno insegnerà a chi sta agli arresti domiciliari che non si può comunicare con l’esterno?

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine