Ragusano stroncato da un fulmine

Un fulmine ha colpito un uomo di Ragusa mentre stava effettuando lavori agricoli in compagnia del fratello. Francesco Cappelllo, 53 anni,  è morto sul colpo. Il fatto è accaduto in una zona agricola a San Giacomo, alle ore 14.10, orario immortalato dall’orologio elettronico della vittima che è rimasto bloccato con le lancette a dieci minuti dopo le due, appunto.  Due fratelli, Francesco e Salvatore, di 59 anni,  entrambi pensionati, erano intenti, nel tempo libero, a svolgere qualche lavoro di sistemazione di un terreno agricolo di loro proprietà, quando, però si sono accorti del temporale si sono allontanati per cercare riparo ma dopo pochi metri si sono trovati entrambi sbalzati a terra con violenza. Salvatore, ha ripreso coscienza subito e si è rialzato e mentre stava raggiungendo a pochi metri il fratello, si è accorto che non dava segno di vita.  Un vicino di casa ha chiamato il 118 ma il medico, giunto in pochi minuti, ha constatato il decesso.  I carabinieri hanno effettuato un sopralluogo nel posto econstsatata la dinamica hanno informato l’autorità giudiziaria consegnato la salma ai famigliari.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine