Modica: è emergenza decoro

“Puntualmente ogni sera, lungo tutto il corso Umberto I, vengono montate delle bancarelle di dubbio gusto che ledono l’immagine del centro storico ma, soprattutto, offendono coloro che pagano scrupolosamente il suolo pubblico e le tasse allo Stato Italiano”. Lo denuncia Giorgio Iabichella, coordinatore di “Cittadini Liberi”, che ritorna sulla questione “abusivismo commerciale”, dopo anni di denunce rimostrate alla vecchia amministrazione Buscema. “Comprendiamo bene – precisa Iabichella – le difficoltà oggettive che non consentono, a volte, di punire gli “audaci” venditori ambulanti, ma ritengo che una presenza più assidua degli agenti di Polizia Municipale,  nelle ore serali in Corso Umberto I, servirebbe a dissuaderli”. In conclusione l’esponente di “Cittadini Liberi”, si appella al nuovo sindaco Abbate. “Speriamo nel buon senso della nuova amministrazione comunale che possa celermente ovviare a questo spiacevole “spettacolo” serale, al quale sono costretti ad assistere non solo tutti i modicani, ma anche i visitatori – conclude -, che devono fare la gimkana tra queste catapecchie appoggiate, perfino contro i muri di quei negozi che pagano le tasse”.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine