A Melilli il Consiglio Comunale aperto su Salute e Ambiente: tutti con il Comitato

Si terrà oggi il Consiglio comunale aperto su Salute e Ambiente a Melilli. E’ una battaglia che riguarda tutti i cittadini e non possiamo che sostenere il Comitato. Ecco perchè ho deciso di pubblicare tutto il documento per comprendere la fondatezza delle loro ragioni.

Sono con Voi!

DOCUMENTO

L’Italia e’ una repubblica democratica fondata sul lavoro (art. 1 della costituzione ).

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività… (art. 32 Costituzione ).

Il lavoro è necessario per vivere e garantire la dignità e la libertà dei cittadini. Ma se il diritto al lavoro è un diritto imprescindibile, lo è ancora di più quello alla salute, considerato fondamentale diritto dell’individuo e della comunità di cui è parte. Viviamo da molti, troppi, anni una condizione di antitesi tra questi due importanti diritti, che non devono essere contrastanti, bensì essere di vantaggio l’uno all’altro.

Documento unitario CC 21 nov ultimo senza firme

Il nostro territorio e’ stato interessato da un processo di industrializzazione che, nel corso dei decenni dal secondo dopoguerra, ha generato benessere economico, con la creazione di posti di lavoro, tuttavia, a caro prezzo, per gli effetti nocivi sulla salute dei suoi abitanti e la salubrità del territorio.

Non interessa qui individuare responsabilità politiche e verità giudiziarie, non solo perché esulano dal nostro compito, ma anche per la sede in cui siamo, quella del Consiglio Comunale di questa città di Melilli, la cui comunità ha dovuto spesso piangere la morte di tanti suoi figli, colpiti da patologie non solo tumorali.

Questa aula deve diventare simbolo di rinascita politica e culturale, motore propulsore del risanamento e della tutela dell’ambiente.

Il Consiglio Comunale deve diventare pungolo per l’attuale amministrazione, Sindaco e Giunta, a intraprendere ogni utile azione mirata al controllo delle emissioni inquinanti, al rinnovamento degli impianti ed alle bonifiche per mettere in sicurezza la salute di tutte le persone che vivono nei comuni industrializzati, con beneficio per tutti.

Eh si, perché si tratta della salute di tutti, nessuno escluso.

Concludo.
Mi piace immaginare che la comunità si risvegli dal torpore, che ritrovi la voglia di fare, di pensare che esista un ideale “domani”, in cui si possa ritrovare il contemperamento dei fondamentali principi di tutela della salute e del diritto al lavoro, al riparo da ogni condizionamento.

Documento unitario CC 21 nov ultimo senza firme

INTRODUZIONE

Il Comitato Ambientale Melilli è un gruppo eterogeneo e apartitico di concittadini, nato da aggregazione spontanea a seguito dei forti miasmi di origine industriale, verificatisi nei giorni intercorsi dall’8 al 10 ottobre presso il nostro territorio. Stanchi di subire passivamente ci siamo riuniti, e resi protagonisti di una corposa raccolta firme a corredo della richiesta di Convocazione di un Consiglio Comunale in seduta Aperta, per discutere il problema dell’inquinamento ambientale e delle proposte per la tutela della salute pubblica. Nel periodo intercorso tra la richiesta e oggi, ci siamo resi protagonisti delle azioni pubbliche sul tema, che hanno riguardato il circondario: siamo stati presenti all’assemblea pubblica del 14 ottobre 2019, indetta ad Augusta dal Comitato Stop Veleni; abbiamo presenziato alla manifestazione del 27 ottobre 2019, contro l’inquinamento ambientale svoltasi a Priolo; ed in ultimo, abbiamo preso parte, consegnando un nostro Documento, all’incontro pubblico con il Ministro Sergio Costa l’11 novembre 2019.

Ci siamo confrontati sul tema con i Comitati e le Associazioni che già operano in ambito ambientale, quali: Comitato Stop Veleni, Comitato Bagali Sabbuci Baratti, Italia Nostra, Legambiente e con l’architetto Patti Promotore della petizione online su change.org “fermiamo l’inquinamento a Siracusa”; e li ringraziamo tutti per aver accettato sin dalle prime fasi di incontro, l’invito alla partecipazione a questo Consiglio.

Facciamo nostro il monito del Ministro Costa, di tenere alta l’attenzione sul tema, uscire dal concetto di protesta e canalizzare la nostra voglia di fare in proposta.

Chiediamo, inoltre, che il presente documento venga allegato agli atti di questo Consiglio Comunale, per dar seguito alle nostre mozioni.

RICHIESTE

Bonifiche

Chiediamo a lei sig Sindaco di farsi fautore di pressioni nei confronti del Parlamento regionale affinché vengano recepite le linee guida sulle sostanze odorigene, in modo tale da farle diventare una norma. Considerato che normalmente non si riesce a risalire ai responsabili delle emissioni nocive è necessario che vengano attuate azioni mirate all’individuazione già in candela delle emissioni inquinanti.

Inoltre vogliamo essere informati sullo stato dei progressi delle bonifiche del SIN, sulla riconversione delle aree industriali e sulle bonifiche delle aree inquinate e dismesse, che devono diventare grandi opportunità di riqualificazione e conservazione urbana. Bonificare significa non solo rivalutare l’ambiente che ci circonda, ma anche eliminare elementi nocivi per le persone.

Attuazione di misure per ridurre l’inquinamento

I metalli pesanti insieme alle polveri sottili, sono la quota preponderante degli inquinanti atmosferici e ambientali. C’è, quindi, un bisogno imperativo di adottare metodi efficienti ed efficaci per la riduzione dei suddetti nell’ambiente e nel nostro organismo.
Oggi è la Giornata Nazionale degli alberi, e in molti comuni che hanno aderito alle Carta della Macchia Mediterranea, sono stai piantati degli alberi; cogliamo quindi l’occasione per chiedere, nei siti viciniori alla zona industriale e in aree comunali degradate, la realizzazione di BARRIERE ARBOREE FITODEPURATIVE.

Documento unitario CC 21 nov ultimo senza firme

Codice Etico Comunale

Abbiamo notato che molte delle iniziative ludico/sportive e tanti eventi socioculturali vengono spesso promossi dal Comune di Melilli e ci sembra strano che tali iniziative pubbliche vengono effettuate con le sponsorizzazioni economiche delle aziende private operanti nel polo petrolchimico. Tutte iniziative che il Comune può finanziare in proprio senza la necessità di prestare il fianco ad iniziative di greenwashing. Noi pensiamo che le aziende del polo petrolchimico debbano sponsorizzare economicamente tutti i cittadini, non finanziando l’orchestra mentre la nave affonda, ma garantendo a tutti con equità il diritto alla salute. Per questo motivo chiediamo a questo Consiglio e a questa Amministrazione di istituire nel Bilancio Comunale un capitolo di spesa dedicato alle azioni di prevenzione sanitaria e screening medici per tutti i cittadini di Melilli, al fine di stipulare convenzioni con centri di diagnostica e di ricerca per velocizzare le diagnosi e ridurre al minimo le attese per le visite mediche specialistiche.

Suggeriamo di finanziare questo capitolo del Bilancio con una percentuale dei proventi che l’Amministrazione Comunale introita dal pagamento dell’Imposta Municipale Propria (I.M.U.) versata dalle aziende del polo petrolchimico.
Questa sarebbe un’azione molto incisiva nella gestione economica del Comune e darebbe ai cittadini una speranza verso la condivisione e la compartecipazione nella gestione della Res Pubblica.

Tavolo Tematico

In riferimento al già attivato tavolo tematico sull’ambiente instituito presso la Prefettura di Siracusa, al quale partecipano tutti Sindaci del SIN Priolo, chiediamo specificatamente che gli incontri avvengano con una periodicità mensile e con la fissazione di obiettivi a calendarizzazione annuale.

Presso tale tavolo di lavoro chiediamo che vengano inseriti oltre ai rappresentanti Arpa e Asp provinciali e regionali, anche tutti gli Ordini Professionali provinciali e regionali, specificatamente Ordine dei chimici e dei fisici, Ordine dei Medici, Ordine dei Geologi e Ordine Nazionale dei Biologi, istituendo altresì un Organo di competenze a supporto e a richiesta dei Sindaci per le procedure legate alle Bonifiche Ambientali e nelle Conferenze dei Servizi finalizzate al rilascio di AIA.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine