Abbate lavora per la SpM

La “Servizi per Modica” ancora al centro dei problemi per il primo cittadino, Ignazio Abbate. I sindacati, con in testa i responsabile della Cgil Salvatore Terranova, chiedono un “tavolo tecnico” con l’amministrazione. “In attesa della sottoscrizione dell’accordo tra la “SpM” e le parti sindacali per attivare, limitatamente al secondo semestre del corrente anno, la cassa integrazione in deroga per i dipendenti – dichiara Terranova -, invitiamo gli amministratori a farsi promotori della istituzione di un tavolo permanente di confronto, sul redigendo bilancio di previsione 2013”. La richiesta viene formulata ala luce della delicata e complessa condizione, che attraversa la società, per i pesanti tagli di risorse previsti nel Piano di riequilibrio. “Tale strumento di confronto appare l’unico percorso possibile per effettuare un certosino lavoro di approfondimento sul previsionale 2013 per individuare – commenta Terranova -, nel rispetto pieno dei saldi di bilancio codificati nel predetto piano,  eventuali spazi finanziari, atti a mettere la “SpM” nella possibilità di gestire i servizi di cui è affidataria. Ciò anche – conclude -, riducendo al minimo il ricorso ai supporti consentiti dalla legislazione vigente in materia di ammortizzatori sociali”.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine