“Aiutateci, non si può vivere così…”

Lui è Ivano Inglese. Accanto alla sua foto, i due genitori, Ornella e Giovanni. Ivano è stato ucciso sette anni fa, trucidato senza pietà e ritrovato in una contrada di Vittoria. Ivano aveva appena chiamato la sua ragazza per dirle che stava andando da Lei ma non arrivò mai. Da allora i suoi genitori, Ornella e Giovanni, vivono solo per avere Giustizia. Verità e Giustizia. Come si può sopravvivere alla morte di un figlio? E soprattutto: come si può vivere se il proprio figlio è stato ucciso e non sai neanche chi lo abbia trucidato così, senza una spiegazione, senza un motivo, qualora possa esserci un motivo per ammazzare un ragazzo. Un ragazzo, Ivano, che faceva due lavori per costruirsi una casa ed una Famiglia. La sua famiglia oggi, i suoi genitori, chiedono solo verità. “Dio mio abbraccia Ivano da parte nostra, fa che senta il nostro cuore battere dall’amore per lui”. Scrivono sua mamma e suo papà.E poi l’appello disperato: “chi sa, parli. Aiutateci almeno a capire chi è stato, non si può vivere così”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine