Anche le mamme…contro il Muos!

Quando le mamme crescono … imparano a vedere un po’ più in là dei loro orizzonti. Tra il caos famiglia, casa, lavoro, scuola entra anche il resto del mondo. Piano a piccole dosi, non con i telegiornali e le trasmissioni- vomito , ma avvicinandosi alla gente quella vera, fatta di pelle e ossa che mette tutto il suo impegno perché le cose funzionino un po’ meglio. E tu mamma ti trovi di fronte donne e uomini che lottano contro le cose grandi come la mafia e l’illegalità.

Il Muos giudicato illegittimo funziona con la complicità dello Stato Italiano e delle figure importanti della regione Regione Sicilia. Ma, queste entità corrotte non riescono a rendere complici le madri di Niscemi , perché i figli sono una che cosa sacra. E i giovani, che non si sa come, sanno distinguere tra uno stato che dice che bisogna lottare la mafia e uno stato che la mafia la protegge, non si arrendono al silenzio. E gli avvocati che non si fermano mai e lottano anche gratuitamente. Perché, si è vero il silenzio è mafia. Il silenzio sul Muos pesa di più, perché colpisce tutti. Secondo Giulietto Chiesa, premeditato da tempo , il Muos è parte di una strategia degli Stati Uniti per avere il controllo sugli scenari internazionali. Insieme agli altri mi accorgo di quanto poco importa che renda la Sicilia e i suoi abitanti obiettivo di guerra.

Neanche lo Stato Italiano sembra curarsene, i grandi media o la Chiesa. Silenzio. Si sentono solo le mamme che urlano e il loro grido arriva lontano, fino ad altre madri, padri, fratelli, sorelle, perché siamo tutti dentro questo mondo e la guerra è una cosa inutile. Giulietto Chiesa spiega la logica illogica e dice che siamo in un momento di crisi economica e politica, che vede i vecchi partiti spazzati via e quelli nuovi che stanno nascendo vogliono le nazioni fuori dalla NATO e quindi fuori dalla guerra. Ciò incute paura negli Stati Uniti che si stanno organizzando su scala planetaria.

La loro scusa è che ci proteggono dal male, dalla guerra. Ma sembra siano loro stessi a creare le condizioni per i conflitti internazionali. Chissà quanti interessi dietro i conflitti su scala mondiale ! E io mi accorgo che bisogna essere in tanti, tantissimi per contrastare i giganti e che bisogna parlare e sapere e conoscere chi urla, ma anche chi come gli avvocati con un innato senso di giustizia lavorano silenziosamente e contiuamente . Solo così le verità vengono fuori.

Condividi

Donna, mamma, e lavoratrice precaria ( da 15 anni ) che ha visto nella maternità, nella relazione di coppia, nella precarietà sociale una strad infinita per crescere e guardare oltre il proprio confine personale. Nella sua vita si intersecano ogni giorno il racconto della storia di Modica e il racconto di fiabe per bambini, la cui fantasia, creatività, innocenza, grandezza va protetta ad ogni costo da una società, una scuola, una famiglia sempre più spesso distratta, impreparata, incapace di mettere al giusto posto le priorità.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine