Animali feroci e “Il padrino”. I poster ritrovati nel bunker di Messina Denaro

Ci sono anche poster di belve ruggenti e un pin con la scritta “Il padrino sono io” sotto una caricatura di Marlon Brando nel celebre film di Coppola tra gli oggetti ritrovati nel primo dei covi del boss Matteo Messina Denaro scoperto a Campobello di Mazara (Trapani) all’indomani dell’arresto.

La Polizia di Stato ha trovato vicino al terzo covo l’auto del boss Matteo Messina Denaro. In corso la perquisizione della vettura, un’Alfa Romeo Giulietta. Di questa vettura, di colore scuro, erano state trovate le chiavi nel borsello del boss, al momento dell’arresto avvenuto il 16 gennaio presso una clinica privata di Palermo.

La macchina è stata rinvenuta dagli investigatori della Polizia a pochi passi dall’abitazione di Giovanni Luppino, a Campobello di Mazara, l’autista di fiducia di Messina Denaro, che lo hai poi condotto nel capoluogo siciliano con la sua vettura, una Fiat Brava. Le indagini sono coordinate dal procuratore capo Maurizio de Lucia e dall’aggiunto Paolo Guido. 

 Investigatori e magistrati proseguono l’analisi dei reperti ritrovati nel covo del boss Matteo Messina Denaro di vicolo San Vito (ex CB31) a Campobello di Mazara. Oltre a scontrini, biglietti aerei con destinazioni varie, tra cui Inghilterra, Sud America, nell’ultima casa abitata dal boss che è stato latitante per 30 anni, sono stati ritrovati numerosi libri, anche storici, tra cui uno sul premier russo Putin. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine