Appello all’assessore Lucia Borsellino: firmi le cure “Stamina” o si dimetta!

Lucia piccolinafirma l’appello

Oggi, mercoledì 27 novembre, purtroppo la piccola Lucia, bimba gaglianese affetta da una rara malattia genetica denominata “Niemann pick di tipo A”, ci ha lasciati ed è volata in cielo. Lucia ed i suoi poveri genitori hanno sperato fortemente nella possibilità di ricevere le cure col metodo “Stamina”, ma niente da fare. E’ volata in cielo, come decine e purtroppo centinaia di bambini, ragazzi ed adulti che sono privati anche della speranza. I più vicini alla famiglia della piccola Lucia, affermano amaramente “Potevamo salvarle la vita, ma ci hanno impedito di farlo, escludendola dalle cure staminali“.

Vogliamo evitare che la stessa sorte della piccola Lucia possa ripetersi per centinaia, migliaia, di malati?

Perchè privarli della speranza?

Il Tribunale di Roma, pochi giorni fa, ha accolto il ricorso di una donna di 46 anni malata di sclerosi multipla e ha ordinato all’azienda ospedaliera Spedali Civili di Brescia la somministrazione del trattamento con cellule staminali secondo il protocollo della Stamina Foundation. L’ordinanza, assolutamente innovativa ed altamente rivoluzionaria, ha riconosciuto il “diritto alla speranza“.

Da qui, da questo diritto riconosciuto persino da un importante Tribunale come quello capitolino, l‘appello alla dott.ssa Lucia Borsellino che, come giornale online “La Spia”, lanciamo e che speriamo possa essere firmato da molte persone.

Illustre dottoressa Lucia Borsellino, assessore alla Salute della Regione Sicilia,

Le chiediamo di riconoscere il diritto alla “speranza” per diverse centinaia di malati, di persone, in Sicilia.

La preghiamo, con rispetto, di firmare il decreto per autorizzare le cure con il metodo “Stamina” in Sicilia.

La invitiamo a pensare, riflettere, porsi nelle condizioni di chi vive la speranza, come cura a malanni che sembrano incurabili.

La esortiamo a proporre, se non vuole firmare le cure con il metodo “Stamina”, una cura alternativa (che ad oggi non esiste) e non a proporre, come fanno molti burocrati dell’assessorato che presiede, una “dolce morte“.

In caso contrario, se proprio queste responsabilità le dovessero pesare così tanto, la preghiamo di dimettersi e lasciare il “passo” a personalità con una maggiore “carica di coraggio”. 

FIRMA LA PETIZIONE

4 COMMENTI

  1. se tu pensi che per 10 anni non ho avuto nessun aiuto dai ricercatori di malattie rare,se pensi che dellapiccola mi ha detto che per me non ci saranno mai delle cure e quando vede la mia faccia scappa dai congressi ,se credi che per lui non ci sarà futuro nelle staminali perchè ancora sta studiando che cambia il tutto solo per problemi ambientali ,se non credi che tutti sono venduti alle case farmaceutiche non hai capito niente. se pensi che io voglio vivere come te non hai capito nulla, perchè anch’io ho la mia dignità. se pensi che il tutto sarà trasformato in farmaco non hai capito nulla perchè sono trapianti, e, non hanno bisogno del vecchio tipo di ricerca clinica (ascolta camillo ricordi ) noi stiamo morendo e non c’è tempo da perdere . se poi non condividi tutto questo non firmare ora spero che rifletterai e capirai che nel futuro si potranno curare anche i poveri d’animo e di spirito se sai fare solo copia e incolla non hai visto l’umano che c’è in me.

    • @ Mauro: non so se lei sia un malato e di quale malattia si tratti. So che chi si trova davanti una prognosi infausta e senza speranza, è disposto a tutto pur di coltivare una minima possibiltà di sopravvivere. Questo è naturale ed umano. Così come è umano che ci siano delle persone che approfittino di questo stato “di necessità” per rubare soldi e dignità a queste persone; perchè è prorpio sempre avvenuto così: maghi, fattucchiere, guaritori, pranoterapeuti, imbroglioni di tutte le risme hanno come obiettivo le persone più sensibili e più indifese. Se uno vuole credere che un dottore in filosofia, dopo un viaggio in Ucraina, abbia studiato e perfezionato una metodica innovatrice e complicatissima, su di un tema studiato da centinaia di ricercatori nel mondo ancora senza molti risvolti immediati di cura, e che sia riuscito in pochi anni ad avere una casistica su circa 120 malattie incurabili, allora è veramente una vittima predestinata. Non so se altriabbiano truffato la tua famiglia, se sei stato già oggetto di attenzioni da parte di sensitivi e guaritori, ma non è credendo e sperando che risolverai i tuoi problemi, sopratutto se ti affiderai a persone senza scrupoli che no hannop neanche risposto camillo ricordi CHE GLI HA PROPOSTO DI SPERIMENTARE LA SUA CURA PORTANDOGLI LA FAMOSA METODICA: PENSA CHE VANNONI L’ABBIA FATTO? NO
      Se c’è qualcuno che ha compassione della dignità dei malati e non si azzarderebbe mai a carpire loro la buona fede, quello sono io. E non faccio nessun copia incolla, quello che l’ha fatto è VANNONI con le foto sulle cellule neurali: in 7 anni non è riuscito a fare una foto alle cellule che si sviluppavano???

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine