Arden Comiso: attesa finita, sabato l’esordio con la Juvenilia senza Giorgia Cosentino

Comiso –

Partirà sabato prossimo il campionato di serie C femminile di pallavolo. Ai nastri di partenza anche l’Ardens Comiso di coach Vito Reccavallo che dopo il passaggio del turno in Coppa Sicilia, inizierà in trasferta la sua avventura nel massimo campionato regionale di pallavolo con la difficile trasferta sul campo della PGS Juvenilia di San Giovanni La Punta.

Una trasferta ostica per i colori casmenei visto le poche notizie che si hanno della neo promossa formazione etnea che fa del gruppo molto affiatato e con giocatrici di esperienza la sua arma migliore.

La compagine catanese farà affidamento sull’entusiasmo e sul calore del suo pubblico che spesso è un elemento fondamentale per ottenere il massimo nelle gare casalinghe.

Coach Reccavallo non si fida più di tanto e ha intensificato gli allenamenti delle sue ragazze per cercare di arrivare nelle migliori condizioni possibili all’’appuntamento in terra etnea.

Una brutta tegola, purtroppo è arrivata in casa casmenea per quanto riguarda Giorgia Cosentino (nella foto). La forte atleta comisana, infatti, a causa di un fastidioso infortunio al ginocchio dovrà fermarsi per lungo tempo. La decisione dolorosa è arrivata dopo un nuovo consulto con il dottor Stefano Castellacci che ne ha consigliato l’intervento chirurgico che le consentirà di risolvere in maniera definitiva il problema che affligge la “banda” comisana da diverso temo.

“Questa notizia mi addolora due volte – spiega il direttore tecnico dell’Ardens Salvo Cosentino- sia come dirigente ma ancor prima come padre. Purtroppo, nonostante i notevoli sacrifici di mia figlia in estate e l’impegno messo durante la preparazione dell’anno agonistico, siamo dovuti necessariamente arrivare a questa conclusione. Adesso programmeremo con calma e con le dovute attenzioni il da farsi ma purtroppo per quest’anno Giorgia è costretta a fermarsi; pazienza lo sport è anche questo, gioia e dolore si intrecciano a volte in forti emozioni positive ma anche in cocenti delusioni. Una cosa è certa, lo sport ti aiuta a crescere ed a fortificarti dentro e certamente Giorgia non può che essere grata alla pallavolo per quello fin qui ricevuto e dato”.

 

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine