Assistenza per gli sbarchi, migranti diventano volontari della protezione civile

Un corso della protezione civile per volontari con “esperienza specifica” da impiegare nei servizi di prima assistenza in occasione dei cosiddetti sbarchi. A prenderne parte sono nove migranti, attualmente ospitati nella provincia di Ragusa (in attesa di ottenere lo status di rifugiato) che da qualche giorno sono incorporati in un gruppo di Protezione Civile, nell’ambito di uno specifico progetto d’integrazione.

L’iniziativa è promossa  dalla Prefettura di concerto con il Servizio di Ragusa del Dipartimento Regionale di Protezione Civile. L’associazione che ha accolto i nuovi volontari, prendendosi carico della fase operativa, è il Gruppo “Prometeo”, che ha la propria sede in contrada Castiglione, sempre a Ragusa.

I neo volontari hanno già seguito un breve corso di protezione civile, curato dall’ingegnere Fiorella Cappello. Lo scorso 17 novembre, in Prefettura, è avvenuta la cerimonia di presentazione ufficiale del progetto e dei volontari; progetto pilota unico nel suo genere che in questa fase vede in prima linea persone provenienti da Mali, Nigeria, Senegal, Gambia e Costa d’Avorio che, tra l’altro,  parteciperanno anche alle normali attività di protezione civile nei diversi settori d’intervento.

Condividi
Nato a Ragusa il 09/07/1985 ma è cresciuto e vive attualmente a Vittoria, dove ha frequentato il liceo classico “Cannizzaro”. In seguito si è iscritto alla facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania, conseguendo la laurea specialistica nel 2010. Dal 2012 è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Ordine regionale dei giornalisti di Sicilia. Appassionato di sport, in particolar modo di calcio, ha avuto in passato esperienze nel mondo del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione internazionale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine