Aste immobiliari, caso Guarascio: non ci sara’ l’esecuzione immobiliare

Spiraglio sul caso Guarascio: non ci sara’ l’esecuzione immobiliare che era stata programmata per domani, come esito di un’asta giudiziaria che ha assegnato la casa a un altro proprietario.

Un immobile da 80.000 euro perso per un debito di 6.000 euro. L’avvocato Carmelo Scarso, che tutela l’acquirente dell’immobile di via Brescia, a Scicli, ha preannunciato: “Domani non succedera’ nulla, ci saranno importanti novita’ probabilmente dalla prossima settimana”.

Il capo famiglia, Giovanni Guarascio, 64 anni, il 14 maggio 2013 si diede fuoco, e poi mori’, per salvare la sua casa venduta all’asta. Tra la nuova proprieta’ e la famiglia Guarascio ci sono da tempo trattative in corso per cedere nuovamente l’abitazione alla famiglia allo stesso prezzo di acquisto oltre alle spese.

Per aiutare i Guarascio e’ stata avviata anche una raccolta di fondi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine