Autostrada “Rosolini – Modica”, istituito in Prefettura l’osservatorio

Istituito in Prefettura un osservatorio volto a monitorare l’andamento dei lavori di esecuzione del tratto autostradale “Rosolini – Modica”, finalizzato altresì alla risoluzione delle criticità e delle problematiche di natura amministrativa, tecnica e finanziaria incidenti sulla loro regolare esecuzione, tali da generare impatti sull’economia, sull’occupazione e sull’ambiente della provincia di Ragusa.

Nella mattinata odierna, il Prefetto Maria Carmela Librizzi, avuto riguardo alle istanze rappresentate dalle organizzazioni sindacali, dalle associazioni di categoria delle imprese fornitrici di beni e servizi al soggetto affidatario dell’esecuzione dell’opera infrastrutturale, COSIGE scarl, ha promosso l’apertura di un confronto dialettico tra le componenti istituzionali e non a vario titolo coinvolte nella realizzazione dell’importante infrastruttura, al fine di affrontare e monitorare lo stato dell’arte dei lavori ed avviare la risoluzione delle variegate criticità e delle interferenze finora evidenziatesi.

All’incontro, tenutosi presso questo Palazzo del Governo, sono intervenuti i rappresentanti del Consorzio Autostrade Siciliane, della Società CO.SI.GE., delle organizzazioni sindacali rappresentative della categoria dei lavoratori edili, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa e degli Enti gestori delle reti dei servizi energetici e dei trasporti (ENEL, TELECOM, SNAM, RFI) che insistono sul territorio  interessato dall’esecuzione dei lavori della realizzanda arteria autostradale.

Nel corso della riunione è emerso che lo sviluppo dei lavori che interessano un tracciato di oltre 20 Km, distinto in tre lotti, con la consegna dei lavori avvenuta il 4 giugno 2014, risulta ostacolato, oltre che da problematiche di natura economica,

dall’evidenziazione di diverse interferenze inerenti procedimenti di espropri di aree interessate ai lavori in argomento, le bonifiche di ordigni bellici rivenuti in corso d’opera, interventi di chiusura al traffico delle viabilità trasversali con il tracciato autostradale, lo spostamento di linee elettriche, di un gasdotto con annessi canali di gronda, di infrastrutture telefoniche e ferroviarie e la deviazione della viabilità su tratti stradali statale e provinciale con la realizzazione di appositi by pass.

In considerazione dei molteplici impedimenti che stanno determinando ricadute nella prosecuzione dei lavori, il Prefetto Maria Carmela Librizzi, acquisite le disponibilità delle parti interessate, ha ritenuto opportuno costituire presso questa Prefettura un tavolo permanente con la partecipazione delle componenti istituzionali coinvolte (CAS e Regione Siciliana), delle associazioni provinciali rappresentative del mondo del lavoro e delle imprese del comparto edile, delle società di gestione dei servizi energetici, stradali e dei trasporti, nonchè dell’impresa CO.SI.GE.scarl, finalizzato a monitorare lo stato di avanzamento dei lavori di esecuzione del tratto autostradale “Rosolini – Modica” ed individuare, con incontri periodici e con carattere tematico, percorsi risolutivi alle diverse interferenze che impediscono lo sviluppo ordinario del corso dei lavori, così da evitare di compromettere l’andamento complessivo degli stessi e minimizzare i disagi causati all’utenza stradale ed al territorio.

Gli intervenuti hanno salutato positivamente la decisione del Prefetto Librizzi di avviare un tavolo di confronto che costituirà, con il contributo di tutte le parti interessate, uno strumento che favorirà la prosecuzione dei lavori di un’opera importante per la provincia di Ragusa sia per l’entità della spesa prevista sia per l’elevato grado di innovazione nelle scelte progettuali e nelle tecniche costruttive.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine