Autostrada Rosolini-Modica, l’ennesimo paradosso in salsa siciliana?

“La Regione non paga, il CAS non ha la password, l’Impresa stoppa i lavori il 22… per molto meno scoppiarono i Vespri Siciliani del 1282!”. L’Ance Ragusa alza la voce sullo stato dei lavori che riguardano il tratto di autostrada Rosolini-Modica. “Mercoledì 21 ottobre ci recheremo presso il cantiere operativo della CO.SI.GE., l’impresa esecutrice dell’appalto del lotto autostradale Rosolini-Modica, per ottenere informazioni concrete sullo stato dell’appalto e pianificare le azioni contro la Regione ed il CAS!” Così il Presidente dell’Ance Ragusa, Geom. Sebastiano Caggia, al termine di un incontro con i vertici della Filca-CISL sullo stato di avanzamento dei lavori dell’importate infrastruttura.

“La Regione –prosegue la nota dell’Ance a firma del direttore Giuseppe Gulgielmino- non paga perché, a suo dire, il responsabile è andato in pensione e, ad oggi, non c’è chi lo sostituisce; il CAS non paga perché, dicono loro, il Presidente non ha la password del sistema informatico; tutto ciò ha dell’inverosimile, ci sentiamo presi per i fondelli, e non possiamo accettare che l’impresa, per colpa del carrozzone regionale, abbandoni i lavori! Non vogliamo assistere, inerti, a questo sopruso; questa parte della Sicilia si sente abbandonata a se stessa, derubata, sbeffeggiata, violentata, usurpata proprio come si sentiva Palermo il 30 marzo 1282 quando bastò un gesto irriguardoso di un soldato francese, verso una donna, a scatenare la rivolta dei Vespri”.

L’associazione lancia un appello al ministro degli Interni affinchè la situazione venga sbloccata e in maniera provocatoria propone l’utilizzo dei 45 milioni di euro destinati come finanziamento ai partiti per la realizzazione di questa infrastruttura.

Condividi
Nato a Ragusa il 09/07/1985 ma è cresciuto e vive attualmente a Vittoria, dove ha frequentato il liceo classico “Cannizzaro”. In seguito si è iscritto alla facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania, conseguendo la laurea specialistica nel 2010. Dal 2012 è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Ordine regionale dei giornalisti di Sicilia. Appassionato di sport, in particolar modo di calcio, ha avuto in passato esperienze nel mondo del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione internazionale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine