Avola, Desirèe Crapula ci ricasca ancora una volta: la figlia del boss non è al di sopra delle leggi!

desirèe crapula il fiorista

Ancora una volta i Crapula, ancora una volta lei, Desirèe Crapula.

La legalità non va a braccetto con il lavoro regolare, questo è un dato di fatto, ma la signora Desirèe Crapula, dopo aver ricevuto per ben due volte la chiusura dell’attività commerciale al cimitero “Il Fiorista” per tutta una serie di irregolarità ed essere stata denunciata in entrambi i casi, ancora una volta sfida le leggi e viene sanzionata dalla Polizia perché impiegava un dipendente irregolarmente.

Desirèe Crapula, è la figlia del sanguinario capomafia Michele ed è la stessa che pochi giorni fa nell’audio che abbiamo pubblicato minacciava i poliziotti a seguito del sequestro del chiosco della cognata, Roberta Di Maria (compagna del fratello Cristian), ancora una volta probabilmente pensa di essere al di sopra delle leggi.

Il segnale dato dalla Polizia di Avola è importante per chi pensa, come dimostrano i Crapula già citati in diverse “carte” giudiziarie (LEGGI), di poter comandare loro persino sulla Giustizia.

Abbiamo denunciato le irregolarità delle loro attività in ogni modo e continueremo a farlo, oggi ancora una volta si ha la dimostrazione che avevamo ragione e che i Crapula non possono sfidare lo Stato. Nessuno è sopra le leggi, è bene che i signori Crapula si mettano l’anima in pace e che i cittadini di Avola capiscano che l’aria in città è decisamente cambiata.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine