Azienda ispicese dona 20 borse ‘neonatali’ alle donne in difficoltà all’ospedale di Modica

“Sappiamo di molte donne che giungono nel nostro territorio dopo avere vissuto la grande tragedia dell’emigrazione e della violenza – ha detto il presidente di Natura iblea, Roberto Giadone- ed è per questo che abbiamo pensato di donare loro un piccolo aiuto nella speranza che nessuna neomamma si senta sola in questo Natale, regalando così un po’ di serenità ed il calore dell’accoglienza”.

Così, stamattina sono state consegnate venti borse neonatali alle neomamme del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Modica, alla presenza del primario Giovanni Cavallo e del direttore generale dell’Asp, Angelo Aliquò. I dipendenti di Natura Iblea – Paniere Bio hanno rinunciato al panettone aziendale e hanno scelto di donare delle borse neonatali alle mamme in difficoltà. “Su 97 dipendenti la risposta è stata pressoché plebiscitaria nel referendum interno che abbiamo organizzato con regolare ‘referendum’ con tanto di schede e scrutinio ed è risultato che era meglio immaginarci il sorriso delle neomamme piuttosto che mangiarci la nostra solita fetta di panettone” ha aggiunto Giadone. Il kit in ogni borsa prevedeva un pacco di pannolini, un pacco di salviette umidificate, una crema all’ossido di zinco, un detergente delicato per il bagnetto, un biberon sterile, un ciuccio atossico, un cd di musica bianca, una copertina in pile da culla, un body intimo, un paio di calzini per neonato ed un vestitino in ciniglia. Il tutto è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione di Maria Grazia Rizza della Farmacia Amore di Modica. Una delegazione dell’Abio di Ragusa, associazione che sostiene i bambini ospedalizzati,  guidata dalla presidentessa Roberta Roccella ha invece donato giochi al servizio di diagnosi ed intervento precoce per il disturbo autistico.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine