Buon compleanno Antonio!

Antonio Megalizzi

Oggi Antonio Megalizzi avrebbe compiuto trent’anni, ed invece l’11 dicembre scorso, mentre si trovava a Strasburgo per seguire l’assemblea plenaria del Parlamento europeo da volontario di Europhonica, venne ucciso in un attentato terroristico.
Il giorno della tragedia Antonio stava passeggiando nell’area dei mercatini quando l’attentatore gli ha sparato.
Le parole dei familiari di Antonio – a cui va il mio più grande abbraccio – hanno sempre rivelato quanto fosse generoso e altruista nel dedicarsi sempre a chi chiedeva il suo aiuto, la sua conoscenza delle scienze umane e sociali, pronto a partire seduto in un pullman per conoscere e studiare sotto l’egida delle politiche europee. La sua voce era lo strumento per raccontare un’Europa diversa da chi la vorrebbe frammentata e incapace di ragionare come un’unica entità politico-economica.
Per Antonio era importante la conoscenza e, nonostante avesse una vita frenetica, continuava ad informarsi 24 ore su 24 senza mai cedere alla stanchezza. E’ per tale ragione che l’eredità di Antonio diventerà una Fondazione, mirata a ricordarne soprattutto l’impegno e lo studio.
Oggi sono 30: auguri Antonio!

P.s.: per chi volesse leggere il ricordo di Antonio nelle parole dei familiari, clicchi qui ——->https://www.agi.it/cronaca/antonio_megalizzi_eredita-5483683/news/2019-05-14/

 

 

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine