Il “business della plastica”, da Donzelli a Carbonaro: un affare incredibile!

Raffaele Donzelli

Il “business della plastica”. A cosa ci riferiamo? Per chi non lo sapesse, dietro la plastica (delle serre, in particolare, ma non solo) c’è un business a tanti zeri.

Contributi, smaltimento fatto in modo non regolare, veri e propri oligopoli.

Gli imprenditori presi di mira dai malviventi operano nel settore del recupero dei teloni di plastica che, periodicamente, vengono sostituiti per la copertura delle serre nelle campagne tra Gela e Vittoria (Ragusa). Non a caso, da un lato abbiamo nel gelese gli esponenti delle famiglie Rinzivillo ed Emmanuello che avevano stretto alleanza con gli affiliati della “Stidda” vittoriese e si sentivano così forti e sicuri da imporre ai serricoltori il servizio di “guardiania” a pagamento.

La plastica impiegata in agricoltura, essendo impregnata di fertilizzanti, fitofarmaci e pesticidi, è considerata rifiuto speciale altamente tossico e, pertanto, il suo smaltimento deve essere eseguito in impianti specifici, che trattano il materiale con diversi cicli di lavaggio, in modo da bonificarlo per il successivo reimpiego.

Tale circuito economico attrae la criminalità sotto vari aspetti potenzialmente utili sia per il riciclaggio di proventi illeciti attraverso l’offerta competitiva in fase di acquisto, sia per il lucroso guadagno nella fase di vendita senza sopportare i previsti costi di smaltimento e recupero.

DUE SU TUTTI…

La Sidi Srl e Claudio Carbonaro.

 

La Sidi Srl è di Giovanni Donzelli (già condannato per mafia), gestita da Raffaele Donzelli (figlio), e ha ruoli importanti anche Giovanna Marceca (moglie di Giovanni e madre di Raffaele).

Il mafioso Claudio Carbonaro, dopo svariati omicidi e diversi arresti grazie alle sue parole, ritorna sulla scena del delitto: a Vittoria.

Si, avete capito bene. Come se Brusca o Siino tornassero a Palermo, Vincenzo Sinacori a Mazzara del Vallo o Maurizio Di Gati ad Agrigento.

Questi sono i nomi, questi sono gli attori in campo: è arrivato il momento che si faccia chiarezza e siamo certi che gli inquirenti la faranno…

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine