Cala il “sipario” sulla Sidi di Donzelli: la Finanza la sequestra, dopo le sentenze di Cassazione e Riesame

Il Tribunale del Riesame di Ragusa ha confermato la sentenza della Corte di Cassazione: la Sidi dei Donzelli è da sequestrare, è una “bomba ambientale”.

Così, dopo un’infinità di nostri articoli di denuncia, dopo le indagini della Guardia di Finanza su delega della Procura di Ragusa, oggi si chiude la questione: la Sidi è dannosa per l’ambiente circostante, produce rifiuti speciali.

Mi hanno querelato, hanno tentato di oscurare la nostra testata giornalistica, mi hanno pesantemente insultato e poi minacciato (persone a loro molto vicine!), ma la Giustizia – prima o poi – trionfa.

Quando, oltre due anni fa, abbiamo cominciato a scrivere sul condannato per mafia Giovanni Donzelli e sulla sua azienda di smaltimento della plastica (smaltimento?!), ci hanno sversato addosso una valanga di fango, lo stesso (tossico) che produce l’azienda.

Oggi la Sidi di Donzelli è sequestrata.

Non abbiamo vinto noi, non ha vinto la Finanza o la Procura di Ragusa, ha vinto la Giustizia ed i cittadini che hanno rischiato e rischiano la vita proprio per colpa della “bomba ambientale” che l’azienda dei Donzelli rappresenta.

Ecco l’esempio pratico: #LaMafiaE’UnaMontagnaDiMerda.

DONZELLI AVEVA DEFINITO LE NOSTRE INCHIESTE “MINCHIATE”

Altro che “minchiate”, come le aveva definite il già condannato per mafia, Giovanni Donzelli, altro che querele (quelle che avevamo ricevuto dopo i nostri articoli), le nostre denunce (Leggi articolo di approfondimento) erano fondate e circostanziate.

In corso questa mattina il sequestro della Sidi Srl ad opera della Finanza che sta dando esecuzione alla sentenza del Tribunale del Riesame.

Insomma, finalmente i titoli di coda su questa incresciosa vicenda che rischia di procurare, nei prossimi anni, danni enormi per la salute dei cittadini.

Appunto, altro che “minchiate”!

E prossimamente vi sveleremo le società infinite della famiglia Donzelli. Per la serie: “uomini senza onore ma pieni di soldi”

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine