Chiese il pizzo ai produttori fiction “Squadra antimafia”: sequestrati beni a Tommaso Tognetti

Sequestrati a Palermo dalla polizia di Stato alcuni immobili riconducibili a Tommaso Tognetti, 49 anni, ritenuto esponente di spicco del mandamento mafioso della “Noce”, il clan implicato nell’estorsione alla societa’ di produzione cinematografica “Magnolia fiction srl”, impegnata nelle riprese di un film tv su una squadra di investigatori antimafia.

Il provvedimento e’ stato emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale, che ha accolto la proposta del questore e del procuratore della Republica, dopo indagini della Sezione patrimoniale dell’Ufficio misure di prevenzione della questura e dal Gico della Guardia di finanza.

Tognetti, arrestato dalla Squadra Mobile nell’operazione “Atropos” il 22 ottobre 2012 per associazione mafiosa, estorsione aggravata, spaccio e traffico di stupefacenti, secondo l’accusa aveva uno spessore criminale di rilievo e una capacita’ di negoziazione e con esponenti di altre famiglie mafiose.

Il sequestro ha riguardato due interi immobili, uno di 4 vani in via Perpignano 103 e l’altro di 8 vani in via Re Federico 67.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine