Chiesta la condanna a 10 anni per la morte di Alessio e Simone D’Antonio: il 26 maggio la sentenza

Verrà emessa il 26 maggio la sentenza nei confronti di Rosario Greco, l’uomo che alla guida di un suv ha travolto e ucciso l’11 luglio del 2019, i due cuginetti undicenni di Vittoria, nel Ragusano, Simone e Alessio D’Antonio. Per Greco, che deve rispondere di duplice omicidio stradale aggravato dall’alterazione psicofisica dovuta all’utilizzo di sostanze alcoliche e stupefacenti, la pubblica accusa – rappresentata davanti al Gup Ivano Infarinato, dal Procuratore capo Fabio D’Anna – ha chiesto dieci anni di reclusione, il massimo della pena considerando la scelta del rito.

Va ricordato che i legali di Greco, Salvatore Citrella e Nunzio Citrella hanno chiesto che il processo si potesse celebrare con rito abbreviato.

Presenti in aula anche le parti offese, i genitori, e gli zii di Simone e Alessio D’Antonio che erano rappresentate dagli avvocati Daniele Scrofani e Enrico Cultrone. Parte civile il Comune di Vittoria attraverso l’avvocato Angela Bruno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine