“Ci hanno rovinato la vita, aiutateci”

“Ci hanno rovinato la vita, aiutateci”.

Sono le parole di Tony e Alessandro D’Antonio che, con le mogli, hanno perso i loro due figli, Alessio e Simone. Li hanno persi in una strage avvenuta l’11 luglio. Il 31 marzo inizierà il processo e l’imputato Saro Greco, figlio di un boss, ha chiesto il rito abbreviato. Questo significa che la pena massima che rischia è di 12 anni. Considerato che mai e poi mai prenderà la pena massima, fra buona condotta, attenuanti e cazzatelle varie, sconterà in carcere (se va bene) 7/8 anni.
Quindi facciamo due conti: 7 o 8 anni di carcere per aver ucciso due bambini, che stavano sulla porta di casa. La vita di Alessio e Simone vale tre anni e mezzo di carcere ciascuno. E per averli uccisi mentre guidava ubriaco, sotto l’effetto di droghe, con armi varie in macchina e…ad una velocità di 160 km orari.
Ora non mi venite a dire che “è colpa dei magistrati”, perché le leggi queste sono. Ma se le leggi queste sono, bisogna trovare una soluzione, bisogna cambiarle.
Non può essere che due bambini vengano ridotti a brandelli. Si, brandelli. E chi li ha uccisi così, con quelle aggravanti lette sopra, paghi con 7/8 anni di carcere. Ha ragione Tony D’Antonio: “è una vergogna”.
Ed io davanti a questa vergogna non sto in silenzio.
I fratelli D’Antonio chiedono di aiutarli, di dar loro voce. A noi non resta che condividere, aiutarli, chiedere a chi siede in Parlamento di dare un segnalo chiaro, una legge che aumenti le pene e che porti il loro nome: il nome di questi due angeli, Alessio e Simone D’Antonio.

“Ci hanno rovinato la vita, aiutateci”.Sono le parole di Tony e Alessandro D’Antonio che, con le mogli, hanno perso i…

Geplaatst door Paolo Borrometi op Zondag 26 januari 2020
Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine