“Ci opponiamo a soluzioni contro la salute dei cittadini”. Appello dei 5 Stelle

Il tema dei rifiuti e dell’ambiente, è sempre più al centro dell’attenzione politica a Modica. Il Movimento “5 stelle” della città della contea, infatti, rivolge un accorato appello alla nuova amministrazione Abbate, al fine di “tutelare l’ambiente e ridurre le tariffe di Tarsu e Tares”.  “Urge un Piano di gestione dei rifiuti basato su raccolta differenziata, riciclo e riuso delle materie prime, prima della prossima inevitabile emergenza rifiuti, avviare una sperimentazione in un quartiere modicano e aggregare le imprese locali in consorzi di gestione del ciclo dei rifiuti a km 0”. Le proposte dei “5 stelle”, vengono motivate dal meetup della città. “Il sistema di gestione del ciclo dei rifiuti in discarica è ormai costosissimo ed obsoleto. Questo sistema è il frutto di una volontà politica clientelare e disinteressata a cambiare le cose. Oggi il comune – dichiarano – spende quasi 9 milioni di euro per la raccolta e lo smaltimento in discarica. Uno scandalo, soprattutto considerando che, una volta differenziati, i rifiuti sono materie prime e non scarti da smaltire”. Il Movimento ritiene necessario un piano strategico quinquennale di gestione dei rifiuti, con l’obiettivo di chiudere il ciclo dei rifiuti attraverso il riuso ed il recupero di materia prima con le aziende locali. “A questo fine si propone di avviare una sperimentazione di un primo Centro di raccolta differenziata partecipata su un quartiere della città e inviare plastica, carta e rifiuti ingombranti alle aziende per la lavorazione sul territorio, riducendo i costi di trasporto, mentre l’umido sarebbe destinato ai processi di compostaggio. A differenza delle Isole Ecologiche – propongono -, che se non integrate nel ciclo dei rifiuti possono rivelarsi inutili, i centri di raccolta differenziata aggregano i processi di raccolta e permettono una prima fase di lavorazione della materia prima derivata dai rifiuti”. Il fulcro della sperimentazione riguarderebbe la contabilizzazione della raccolta effettuata da ogni singolo utente che premi, con sgravi fiscali, chi raccoglie in maniera corretta. “Ci impegneremo noi stessi a sensibilizzare la popolazione del quartiere individuato”. In conclusione viene rimarcata la netta contrarietà alle discariche. “Ci opporremo strenuamente ad ogni soluzione che metta a rischio la salute dei cittadini e dell’ambiente. Invitiamo le autorità locali, associazioni e cittadini che vogliano promuovere comitati per la raccolta differenziata – concludono -, ad un incontro pubblico di confronto per il bene della città”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine