Comitato in Prefettura a Ragusa: servizi straordinari a Ragusa, Vittoria e Modica

Continuano i controlli del territorio in provincia, disposti dal Prefetto in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere e garantire il rispetto delle norme sul contenimento da Covid-19. I mirati servizi hanno interessato nei giorni compresi tra il 23 ed il 25 ottobre  i comuni di Ragusa, Vittoria e Modica,  con  l’impiego  complessivo di n. 34 equipaggi diversificati delle Forze di Polizia. Nello specifico, pattuglie della Questura e dei Commissariati di Vittoria e Modica, dell’Arma Carabinieri e della Guardia di Finanza, con l’ausilio della Polizia Stradale ed il supporto dei militari di “strade sicure” che hanno controllato le varie zone centrali delle città dove solitamente emergono maggiori criticità connesse a fenomeni di assembramento controllando anche diverse attività commerciali. Nello specifico, per il territorio di  Ragusa è stata posta particolare attenzione alla zona di Piazza San Giovanni, Piazza Matteotti, via Coffa ed il porto turistico di Marina di Ragusa; a Vittoria mirati servizi sono stati attuati anche nel tratto compreso tra Piazza del Popolo e Piazza Ricca, ove insistono varie attività commerciali e pub, luoghi di ritrovo per i giovani e a Modica le zone del centro storico e quelle notoriamente frequentate da giovani e dai fruitori degli esercizi commerciali.

Nelle tre giornate dedicate al controllo straordinario interforze nei comuni di Ragusa, Vittoria e Modica, complessivamente  sono state identificate 185 persone, controllati 60  autoveicoli, elevate numerose contravvenzioni per il mancato uso della mascherina ai sensi della normativa vigente e per violazioni al codice della strada, tra cui mancato uso delle cinture di sicurezza, uso del cellulare alla guida e mancata copertura assicurativa; tre autoveicoli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo.

Nel corso dei predetti servizi gli operatori delle forze dell’ordine hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria una persona per inosservanza delle prescrizioni imposte dalla Sorveglianza Speciale ed un uomo originario di Scicli per oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Sono stati inoltre sottoposti a controllo di Polizia amministrativa, n. 56 esercizi commerciali, in riferimento ai D.P.C.M relativi all’emergenza sanitaria in atto che prevedono la prevenzione e repressione delle violazioni alle prescrizioni atte al contenimento del rischio epidemiologico.  

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine