“Congratulazioni Paolo Borrometi”: le parole del Ministro degli Esteri, dell’Ambasciatore di Washington e del Console di New York

“Le mie congratulazioni a Paolo Borrometi per la vittoria del Peter Mackler Award per il coraggio dimostrato nel raccontare le operazioni di Cosa Nostra in Italia e in Europa. Un abbraccio Paolo e ancora complimenti!”.

E’ quanto scrive il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio che ha incontrato Paolo Borrometi a New York.

Borrometi è stato ricevuto sia dall’Ambasciatore di Washington che dal Console di New York.

1 commento

  1. Borrometi mi dispiace per quello che sta passando, io lo so. Mi scuso per questa lunga messaggio e per l’anonimo ma non ho il coraggio di dire chi sono adesso. Questa terra e’ una fogna e lei e’ unico che lo ha capito però non posso stare zitto devo dirle. Non ci riesco a stare con dentro tutto. So quello che scrivono e che ancora scriveranno. Lo so. Lo faccio per dirglielo e farle fare qualcosa. Le dico come sono le cose. Tutto inizia il giorno che gennaio è tornato alla regione dopo che lo hanno condannato. Lei quel giorno ha scritto un articolo su Facebook che hanno letto tutti e gennuso era arrabbiatissimo . Poi gennaio aveva paura perché dice che lei aveva pagato una nuova giudice che è a Siracusa e che avete fatto un convegno a Rosolini insieme e era organizzato dal nemico di gennaio, gioca. Quello che sta facendo gennaio è molto pericoloso, ci sono dentro tanti, anche calafiore che lo ha messo dentro una di Siracusa che faceva politica. Gennaio sta pagando tutti, tutti ha parlato con giuliano e con Alessio attanassio tramite persone. Ha parlato con giuliano tramite il suo avvocato, gurrieri, che ha fatto pace con lui perché era avvocato dei fratelli aprile. Io non so se è stato giuliano a voler parlare con gennaio, comunque avevano fatto un accordo che gennaio si occupa di parlare male di lei perché lei lo seguono tanti. E gli altri della mafia fper adesso non fanno minacce pubbliche e non fanno niente. Guerrieri ha detto a gennaio che faranno cosi perché non vogliono che lei faccia la vittima e ottenga la gente che le sta accanto. Sono convinti che quando la gente la lascia perderà la scorta e li la potranno colpire facile. Le do qualche informazione che so. Gennaio paga questo guastella che è giornalista, e le cose che scrive sono di un avvocato di cicli che conosce bene la sua famiglia e suo padre. Luis scrive le cose che escono e le scrive anche su Facebook che poi le scrive uno che si chiama buongiovanni che gli ha fatto avvelenare i cani suoi, uno era malato e doveva morire e gennaio lo ha fatto avvelenare con un’altro. Gennaio con questo guastella ha parlato anche con la mamma di attannassio, che sarebbe un boss che dovrebbe essere in carcere e la mamma con l’avvocato femmina parlano con lui che ha scritto che sua mamma e suo padre hanno l’amante e lo ha scritto in una lettera che ha guastella e che guastella non voleva pubblicare ma gennaio lo ha pagato e lo ha fatto. Lei ha pure parlato in estate in un bar con uno di Ispica che lo avevo scritto nel libro e lui poi ha parlato con gennaio che lo aveva inviato. Deve stare attento con chi parla. Anche dei carabinieri suoi. Gennaio ha avvicinato e parla con un carabiniere di Siracusa perché vuole fare capire a loro che lei dice bugie e che si era pure picchiato da un giardiniere che lei non pagava e cercava uno che doveva pagare per dire che lo aveva picchiato. E questo perché ce un capitano di Siracusa che lo aveva arrestato e dice che voi siete amici e questo capitano lo deve convincere e parla con un carabiniere che era c a lavoro con questo capitano, so che è di Siracusa ma non penso della città ma questo carabiniere corre. Voglio dire altre cose ma davvero mi fermo. Ho davvero paura e anche per lei. Non me lo voglio portare sulla coscienza. Ho scritto tutto e o anche le registrazioni di alcune cose di gennaio. Lo chiedo se mi perdona ma per adesso voglio rimanere anonimo. Ma fa qualcosa per la sua vita e continua a scrivere.

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine