Consorzio di Bonifica di Ragusa, la Flai-Cgil denuncia presunti sprechi per consulenze e aumenti di stipendi

Cosa succede al Consorzio di bonifica 8 di Ragusa? A chiederselo sono i rappresentanti della Flai Cgil provinciale che denunciano i ritardi dei pagamenti degli stipendi dei dipendenti a fronte però di quella che loro definiscono “una allegra gestione delle risorse”.

“Gli ultimi esempi – scrive in una nota il segretario provinciale della Flai Salvatore Carpinteri- sono le delibere assunte nella calura estiva, che hanno riguardato pure il riconoscimento di mansioni superiori a cinque alti impiegati del consorzio che hanno avuto riconosciuto il trattamento economico della VI^ fascia del Contratto di Dirigenti, con notevole esborso di somme, tutto sempre giustificato per evitare rischi di costi di contenzioso eccessivo, contenzioso che rappresenta l’attività principale dell’Ente, stimola il lavoro degli avvocati e intasa i Tribunali, ma non risponde, certo, ai bisogni dell’economia del territorio. L’Ente è in grave sofferenza, ma, per qualche impiegato particolare e per alcuni dipendenti “autorizzati” a lavorare oltremisura, provvede a liquidare notevoli somme di straordinario, addirittura in un solo mese oltre 1700 euro”.

Carpinteri parla anche di un compenso speciale aggiuntivo di oltre 46.000 euro per il direttore e di incarichi per professionisti  per redigere “piani di classifica della contribuenza consortile” per 9.000 euro. “L’Ente è in difficoltà, – prosegue il dirigente della Cgil- ma può risarcire a qualche dipendente particolare i costi dell’auto privata incidentata, pur essendo assegnatario di automezzo messo a disposizione dall’ente. L’Ente è in difficoltà, ma può affidare incarichi legali a studi legali di Roma dove collabora anche la figlia del direttore Cosentini (a suo dire per mero praticantato all’abilitazione della professione) e pagare i primi “acconti”, tanto per partire, di oltre 12.000 euro”.

Carpinteri infine invita il Presidente Crocetta, l’Assessore Barresi, il Governo regionale, l’Assemblea regionale a verificare in concreto le pratiche effettive di azione e di governo da parte dell’ente in questione.

Condividi
Nato a Ragusa il 09/07/1985 ma è cresciuto e vive attualmente a Vittoria, dove ha frequentato il liceo classico “Cannizzaro”. In seguito si è iscritto alla facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania, conseguendo la laurea specialistica nel 2010. Dal 2012 è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Ordine regionale dei giornalisti di Sicilia. Appassionato di sport, in particolar modo di calcio, ha avuto in passato esperienze nel mondo del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione internazionale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine