Diritto alle cure: “Noi da qui non andiamo via, vogliamo incontrare il Ministro Lorenzin”

Manifestazione pacifica e partecipata quella che si è svolta questa mattina nella Capitale.

Alle ore 10 i partecipanti al corteo “Per non dimenticare le vittime innocenti” si sono dati appuntamento in Piazza Bocca della Verità e, con in testa al corteo malati in carrozzina e bambini, si sono recati dinanzi al Ministero alla Salute.

Davanti alla sede del dicastero della Lorenzin, i partecipanti, in maniera composta e assolutamente civile, ma con forza e determinazione hanno dato vita ad un momento di ricordo. Un silenzio composto e rispettoso, stretti a cerchio alle bare bianche dove, simbolicamente, si trovano le tragiche vittime che non hanno trovato possibilità di cura.

Il corteo, organizzato dai Fratelli Biviano (Sandro e Marco) e dal Civico 117/a, si è concluso con una delegazione ricevuto al primo piano del Ministero.foto 3

La delegazione doveva essere ricevuta dal Ministro che, all’improvviso, ha dato la “non disponibilità” ad incontrare i sette delegati del corteo.

In questi istanti i sette rappresentanti (con in testa i fratelli Biviano, simbolo della protesta per il diritto alla cura) si trovano all’interno del dicastero e sono in attesa di incontrare il Ministro Beatrice Lorenzin, promettendo di non andare via e di star dentro ad oltranza.

“Noi da qui non andiamo via – dichiarano i fratelli Biviano -, vogliamo incontrare il Ministro Lorenzin”. Una protesta che procede ad oltranza e che vede davanti al Ministero decine di partecipanti con una unica scritta sulle loro magliette: “curarsi non è reato”.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine