Divelta l’insegna della segreteria del Senatore Mario Giarrusso

Nella notte tra il 28 – 29 di luglio a Scandicci, nella località di Badia a Settimo, è stata divelta l’insegna che contrassegnava la segreteria politica del Sen. Mario Giarrusso mentre nella notte seguente, per completare  il lavoro, è stata staccata con violenza la targhetta sulla cassetta della posta.

“Tale gesto malsano – dichiara Giarrusso – rappresenta un attacco mirato al M5S. Nessun altro atto vandalico è stato compiuto sull’immobile che ospita la Segreteria politica. Solo chi conosce la storia legata alla nascita in Toscana della segreteria politica e delle ragioni che ne hanno determinato la nascita proprio in quel luogo, può comprendere in pieno il significato del messaggio che si è voluto lanciare compiendo l’infame gesto.

La segreteria,  continua il Senatore Giarrusso, nasce con il chiaro intento di farne un centro di storia e di raccolta informazioni sulla massoneria, e soprattutto all’interno di un’abitazione di un cittadino vittima del “sistema coop.”, quel sistema solo parzialmente descritto in maniera egregia nel libro Coop connection da Antonio Amorosi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine