“Dopo cinque anni di assenza, ritornano i tornei dell’associazione culturale “Non solo Manga”

Antonio Giuga 2“Dopo cinque anni di assenza, ritornano i tornei dell’associazione culturale “Non solo Manga”. È entusiasta il presidente dell’associazione culturale, Antonio Giuga, nell’annunciare che, dopo tanto tempo di inattività, possano ritornare in città anche gli eventi “ludici”. “Anche questo – dichiara Giuga – è un piccolo segnale di ripresa della nostra città, che dal punto di vista ludico e non, affronta una severa crisi, che ha già segnato la vita di una parte di persone, ma che rischia di segnare quella di una intera generazione”. L’associazione culturale fino a cinque anni fa, aveva una sede nel quartiere “Sorda”, in via Cincinnato ed ospitava due tornei ogni settimana. “La gente che partecipava ai tornei veniva da Vittoria, Ragusa, Pachino ed Ispica per giocare da noi, perchè si era formato un gruppo competitivo. In un anno – racconta Antonio Giuga – avevamo portato quattro giocatori ai tornei regionali ed uno al nazionale. Essendo un’associazione senza scopo di lucro, pian piano, i pochi introiti dell’associazione, derivanti dalla vendita delle carte che dismettevamo e da altri piccoli accessori, nonchè fumetti ed articoli ludici, non ci consentivano più di mantenere una sede grande ma, nonostante cambiammo sede, dopo tre anni fummo costretti a chiudere ed a non fare più attività ludica, ma solo relazionale”. Ecco che, dopo cinque anni, avviene la svolta. “In prima persona e supportato da alcuni veterani dell’associazione, abbiamo deciso di autotassarci per dar vita almeno alla parte ludica. Saremo ospitati – sottolinea il presidente dell’associazione – all’interno della Società Operaia a Modica bassa. Inoltre abbiamo riaperto la segreteria ed una pagina su “Face book”. L’iniziativa è stata subito premiata, secondo il racconto di Antonio Giuga, da chi sentiva la mancanza dell’associazione. “Siamo stati molto sorpresi nel vedere, dopo soltanto un giorno, ben 84 richieste d’amicizia su face book. Inoltre mi piace citare messaggi del tipo: “era ora”, oppure, “vi aspettavo con ansia”, o ancora “ci siete mancati troppo”. Da qui l’iter per ripartire con i tornei. “Tutte queste manifestazioni di affetto ed attenzione, ci hanno dato la spinta per richiedere, a distanza di cinque anni, l’autorizzazione per nuovi tornei. Ci son voluti 20 giorni e circa 14 telefonate alla “Hasbro” per l’autorizzazione – racconta -, ma alla fine abbiamo vinto”. Sabato scorso si è svolto, così, nei locali della Società Operaia, il primo di una lunga serie di eventi.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine