E’ il Modicano Marco Costanzo a guidare il progetto pilota Jet Tours

E’ già a metà della sua conclusione il progetto  pilota del corso d’alta formazione per animatori turistici fortemente voluto da Marco Costanzo a Ragusa presso il Mediterraneo Palace.

Il numero copioso di  partecipanti, circa 108, ha svolto la prima parte della formazione, ricevendo le nozioni di base su alcune attività, quali l’animazione per bambini e adolescenti e la pratica sportiva. In questa permanenza ragusana, invece, oltre ad apprendere la “filosofia” dell’animatore, si dedicheranno alla creazione di spettacoli (uno dedicato all’Italia), che verranno poi utilizzati nel corso della stagione turistica in giro per l’Europa.

Un progetto-pilota che conta, nei prossimi mesi, di diventare un punto di riferimento per il territorio e per coloro i quali desiderano intraprendere questa carriera: “Io ho cominciato nei villaggi turistici a 18 anni – spiega Marco Costanzo – e oggi sono il coordinatore animazione club per conto di Jet Tours. Abbiamo ragazzi in Italia, Corsica, Canarie, Portogallo, Egitto,Grecia. Questo significa – ma ci sono numerosi altri esempi che vanno in questa direzione – che la professione di animatore turistico non si esaurisce in un periodo limitato della vita ma può offrire interessanti prospettive di lavoro”  

La nostra idea – spiega Costanzo – è aprirci al mondo, per questo offriamo ai nuovi animatori, TUTTI già  contrattualizzati, l’opportunità di conoscere culture diverse che imparano a convivere anche nella rappresentazione di uno spettacolo.

Ho scelto Ragusa perché sono modicano d’adozione, ma anche perché Jet Tours serve due importanti complessi turistici del territorio come il Conte di Cabrera e Athena Resort.

Abbiamo portato qui il “mondo”, grazie alla collaborazione di Jet Tours e di Mediterraneo Palace, e contiamo di creare in futuro una vera scuola, che miri a una formazione completa di questi ragazzi come avviene in Francia. In Italia, a torto, la professione di animatore non è ritenuta davvero tale”.  

“L’animatore turistico – continua Costanzo nella sua disamina – è il filtro tra la direzione di un hotel e il cliente. E’ il cuore pulsante di un complesso turistico-alberghiero. Si occupa di un gran numero di attività e meriterebbe un’attenzione maggiore. Dobbiamo trasferire anche dalle nostre parti la cultura della formazione. Il raduno di Ragusa è un primo passo che vorrei far diventare qualcosa di più”. “Ho dovuto rinunciare ad ulteriori incarichi a causa della mancanza di personale qualificato. Per questo le selezioni sono sempre aperte”. Tre i requisiti alla base per intraprendere la carriera dell animatore: conoscenza della lingua francese, disponibilità a trasferimenti anche all’ estero , buona  volontà. Chi fosse interessato e avesse questi requisiti può inviare la sua candidatura a: eskagroup@yahoo.com

Marco con le sue capacità ha deciso di investire  nel nostro territorio, portando eccellenza e superiore formazione,  preparando cosi’ anche il nostro territorio alle opportunità  lavorative e turistiche  che si possono presentare in maniera ravvicinata e repentina.

Ad Maiora Marco!!!

Alessia Sudano

Condividi
Alessia Sudano , classe 1976 Modicana di adozione ma Catanese nel DNA. Da numerosi anni si occupa di Marketing strategico o come lo definisce simpaticamente lei “Emozionale” Curiosa, allegra, intransigente, testarda, moglie , madre e donna in carriera, tratta la vita alla sua maniera ( a colpi di sorrisi). Da sempre impegnata nel sociale, adora gli animali, ama dipingere scrivere e ascoltare la musica (solo quella giusta) Si cimenta in questa nuova avventura “Punti di svista” perché a quanto pare ed a suo dire ,ci sarà sempre qualcosa che merita attenzione e che non ha la giusta considerazione. In cantiere per lei un libro a quanto si vocifera autobiografico. La sua massima? Parlate da uomini saggi, comportatevi come gente comune…….

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine