Emanuela Orlandi, quel sorriso dolce scomparso nel nulla

Un sorriso meravigliosamente dolce, occhi e capelli castani, la freschezza “pura” che solo a quell’età – 15 anni – si può avere. Ed una grande voglia di vivere.

Lei è Emanuela Orlandi, scomparsa il 22 giugno (come oggi) di 37 anni fa.

Chi di voi non ha mai visto la sua foto? In questi 37 anni è diventata quella di una persona cara, che si conosce da tempo. Lei, Emanuela Orlandi, divenuta semplicemente “Emanuela”, per tutti.

Figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, viveva in Vaticano con i genitori e i quattro fratelli. Frequentava il liceo scientifico, amava la musica, suonava il flauto traverso, il pianoforte, studiava solfeggio e canto corale. Ed è proprio dalla scuola di musica che, quel 22 giugno, uscì e scomparve, nel nulla.

Rivelazioni e colpi di scena che, in questi lunghissimi anni, si sono susseguiti. Si è spesso pensato di essere arrivati a un passo dalla verità ed invece, ogni volta, il mistero si infittiva e rimaneva senza soluzione. Pochissimi, o meglio pressoché nessuno, hanno collaborato per la vita di Emanuela. E neanche per la morte.

Oggi, dopo 37 anni, ne onoriamo (almeno) il ricordo. Tentando di rompere quel muro di silenzio e di omertà.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine