Escalation di furti nella prima periferia di Modica, coinvolte abitazioni di Contrada Bosca Cavette, Trebalate e pozzo Cassero

Da Giovedi si registra un preoccupante numero di furti nelle contrade Bosco Cavette, Trebalate e Pozzo Cassero, a lanciare l’appello diversi residenti nelle zone  che riferiscono di avere sollecitato piu’ volte  interventi al fine di  evitare episodi criminosi come quello avvenuto la scorsa notte.

Pare che i malviventi, senza scrupolo alcuno , intervengano   anche  durante il giorno seminando terrore ,segno che il fenomeno è più ampio di quello che si poteva immaginare, oltre che essere più pericoloso per le modalità con cui questi crimini si svolgono, Si, perché qui non si tratta più di entrare in case vuote, ma di introdursi dentro casa a qualsiasi ora per prendere tutto quello che è possibile in termini di soldi e di gioielli.

Chi conosce l’estensione della residenzialità rurale nella zona Bosca Cavette  e dintorni sa che l’isolamento delle abitazioni è il vero lato debole della sicurezza, perché una cosa è chiudersi in casa, altra è  assistere a scempi in pieno giorno  o addirittura arrivare di sera, al buio, con criminali che ti aspettano.

I residenti della zona  chiedono ad ampia voce che si intervenga in termini di sicurezza  per poter   trovare risposte convincenti e forme organizzative  per evitare tali atti criminosi  prima che “ succedano tragedie “  ricorrendo  ad una difesa “fai da te”  non accorta ed adeguata.

Condividi
Alessia Sudano, classe 1976, modicana di adozione ma catanese nel DNA. Da numerosi anni si occupa di marketing strategico o come lo definisce simpaticamente lei “emozionale”. E' una persona curiosa, allegra, intransigente, testarda, madre e donna in carriera, tratta la vita alla sua maniera "a colpi di sorrisi". Da sempre impegnata nella solidarietà e nel sociale, anche come capo scout nel gruppo A.g.e.s.c.i. "Modica 2", nella promozione del territorio e della cooperazione in ambiti politici, culturali ed economici. E' stata la promotrice del progetto provinciale "Guerilla Parking" attraverso il quale sia è dato impulso alla lotta al degrado delle strutture ludiche esterne a favore di una fruizione più confortevole per i più piccoli abitanti del territorio. Non vive il tempo secondo la definizione greca di krònos, a questo preferisce di gran lunga il kairòs, adora gli animali, ama dipingere, scrivere e ascoltare sola la musica giusta. Cura da anni la rubrica “Punti di svista” per la testata giornalistica "La Spia" perché a suo dire "ci sarà sempre qualcosa che merita attenzione e che non ha la giusta considerazione". La massima che da sempre ispira la sua vita è "parlate da uomini saggi, comportatevi come gente comune".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine