“Fantasticheria…” sold out in due serate

Sold out anche al castello di Donnafugata, dopo Cava Pietro Franco,  lo scorso fine settimana  per la storia dei pescatori di Acitrezza di Giovanni Verga “Fantasticheria… un mare di provvidenza” il cui protagonista è Marcello Perracchio. Doveva durare un mese, ma si riduce a due giorni la breve visita della bella ed elegante amica francese ad Acitrezza. Con l'incanto degli occhi inconsapevoli quel paesino appare carico di un incommensurabile fascino: il mare, i pescatori, i Faraglioni, i giochi e le risa dei bambini. Eppure è la stessa realtà piena di povertà e miseria dove la gente semplice tira a campare nutrendosi soprattutto di sani valori. E' la storia raccontata in “Fantasticheria... mare di provvidenza”, la novella di Giovanni Verga rivisitata dalla penna di Antonella Sturiale e portata in scena con grande successo, con due spettacoli in sold out mercoledì 28 agosto all'interno del suggestivo scenario di Cava Pietra Franco a Modica e ieri sera, 30 agosto, nell'altrettanto suggestivo Castello di Donnafugata a Ragusa in collaborazione con il Comune. Un grande successo firmato da Vittorio Bonaccorso che ha curato la regia e le scene e che ha visto come protagonista, accanto agli attori della Compagnia G.o.D.o.T., uno straordinario Marcello Perracchio, grande attore modicano che ha offerto un'eccellente interpretazione nel ruolo del vecchio pescatore. E' stato proprio Bonaccorso ad interpretare un Verga appassionato e realista che mostra all’amica francese, interpretata da Amelie Mastalerz, la realtà di un piccolo borgo di pescatori, abitato da povera gente, dove per vivere si vendono le arance, come fa Gna Mena, interpretata con grande intensità dall'attrice Federica Bisegna e dove si intrecciano storie dolorose come quella della fanciulla malata, Lena, che muore mentre cerca l'amore, interpretata dalla giovane e brava Anita Pomario. sullo sfondo “l'amore-amaro” di chi ama profondamente la Sicilia con la consapevolezza delle sue tante contraddizioni. Una terra che, allo sguardo superficiale della turista, può essere, come ha voluto spiegare il regista Bonaccorso, una terra piena di fame, miseria, malattia, ma al tempo stesso un luogo ricco di bellezza, straordinari panorami, semplicità e purezza, storia, tradizioni, dove anche il mare è una barriera ma al tempo stesso la provvidenza. OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine