Ferdinando Caristena, ucciso dalla ‘ndrangheta perchè gay

Lui è Ferdinando Caristena, aveva solo 33 anni ed era uno dei negozianti più in vista di Gioia Tauro quando venne ucciso da due sicari dei clan. La sua colpa? Essere gay. Si, incredibile ma vero, venne ucciso senza nessuno pietà perché gay.

Oggi è la giornata contro l’omofobia, ed in questo giorno scelgo la sua storia, anche perché il suo omicidio ricorre proprio domani. Le mafie non hanno onore, hanno sempre ucciso. E qualsiasi ragionamento su “presunto” onore, non è altro che un regalo ai mafiosi.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine