Festa dell’Arma 2022, le celebrazioni a Ragusa

In occasione del 208° Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri si terrà, alla presenza delle massime Autorità religiose, civili e militari della Provincia, una cerimonia commemorativa all’esterno della Caserma del Comando Provinciale dei Carabinieri di Ragusa, durante la quale il Comandante Provinciale ripercorrerà l’impegno dei Carabinieri in provincia.

Il Comando Provinciale di Ragusa ha indirizzato le risorse a disposizione verso le dinamiche che maggiormente incidono sulla percezione di sicurezza della popolazione, investendo energie massicce nei servizi di pattugliamento del territorio (nei centri abitati più consistenti come nelle aree rurali più recondite), negli interventi in emergenza, nelle attività di controllo sui luoghi di lavoro con l’ausilio delle articolazioni specializzate del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro (particolare attenzione è stata rivolta alla sicurezza dei lavoratori, all’emersione dei rapporti di lavoro ed alla corretta percezione del reddito di cittadinanza), nella prevenzione e repressione dei reati ambientali (contrasto all’abbandono incontrollato di rifiuti e fumarole) nel contrasto alla diffusione delle droghe, nella difesa del decoro urbano, nella prevenzione e repressione delle aggressioni alle fasce deboli (con particolare riferimento alle truffe alle persone anziane), nel contrasto ai “reati predatori” ed alla violenza di genere, nella lotta alle truffe informatiche.

Intensa è stata l’attività dei Carabinieri di Ragusa in tutto il territorio della provincia, durante le varie fasi dell’emergenza sanitaria. I militari impiegati, oltre a fornire un contributo di concreta solidarietà alla popolazione sottoposta alle privazioni dell’emergenza sanitaria hanno svolto il compito di verificare il rispetto delle misure anti-contagio disposte dal Governo Nazionale e Regionale, verificando le motivazioni addotte dai cittadini, che si spostavano all’interno dei comuni. Alta è stata inoltre l’attenzione a far rispettare le misure che gli esercizi commerciali devono adottare nel contatto con il pubblico.

Tante sono state le operazioni condotte quest’anno, sul fronte del contrasto alla criminalità, che non solo hanno avuto anche grande risalto sugli organi di informazione ma hanno soprattutto restituito serenità a comunità impaurite, assicurando alla Giustizia gli autori di crimini anche efferati. Nell’ultimo anno, l’intero Comando Provinciale ha espresso sul territorio oltre 20mila servizi esterni, procedendo al controllo di 65.700 soggetti. Statistiche che sottolineano un quadro di efficienza del “sistema sicurezza” nella nostra provincia e che ci indicano che la strada intrapresa tutti insieme, dalle Forze di Polizia e dall’Autorità Giudiziaria, è quella giusta. Un sistema in cui l’Arma contribuisce in maniera significativa a garantire la sicurezza e l’ordinata convivenza civile in questa provincia, con un impegno di grande responsabilità nella considerazione, tra l’altro, che negli ultimi 12 mesi ha proceduto nei riguardi di oltre il 68% dei 8042 delitti denunciati alle Forze di Polizia in tutta la provincia, dei quali circa 1.500 quelli scoperti proprio grazie all’attività svolta dai Carabinieri. 

I risultati operativi dei militari dell’Arma, sono la conferma del forte impegno del Comando Provinciale a seguire attentamente tutti i fenomeni e le manifestazioni che incidono sulla sicurezza e sull’ordinata e civile convivenza del territorio.

Dal 5 giugno dello scorso anno ad oggi gli arresti eseguiti sono stati 227, mentre le persone deferite in stato di libertà sono state 3.000. Diverse sono state le operazioni di servizio concluse brillantemente dai militari negli ultimi 12 mesi di lavoro dei reparti del Comando Provinciale di Ragusa e appare opportuno menzionare almeno quelle più importanti quali:

  • 02 agosto 2021, in Vittoria, militari del Comando Compagnia Carabinieri, nell’ambito dell’operazione di polizia giudiziaria, convenzionalmente denominata “Lockdown”, hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, emessa in data 31 luglio 2021 dal GIP del Tribunale di Ragusa, su richiesta della locale Procura della Repubblica, traendo in arresto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso tre soggetti tutti gravati da precedenti penali e di polizia

L’ articolata attività info investigativa, svolta dal mese di gennaio al mese di luglio del 2020, nel comune di Vittoria, da personale del N.O.R. – aliquota operativa – con metodi tradizionali e tecnici, ha permesso di accertare responsabilità dei destinatari dell’ordinanza nonché di trarre in arresto, in flagranza di reato, n.3 soggetti e di segnalare alla prefettura di Ragusa 6 persone in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti. Nel corso dell’indagine è stata accertata, infine, una intensa attività di spaccio di cocaina.

C:\Users\270737nx\Desktop\foto\carabinieri-coordinato-foto-di-repertorio-e1575284281592.jpg
  • 4 agosto 2021, in Siracusa militari del NOR-Sezione Operativa, del Comando Compagnia Carabinieri di Ragusa hanno dato esecuzione all’ ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal G.I.P, del Tribunale di Ragusa, su richiesta della locale Procura della Repubblica, che ha concordato pienamente con le risultanze investigative refertate dal reparto operante, traendo in arresto per rapina aggravata in concorso e detenzione e porto illegale di arma alterata un soggetto gravato da precedenti penali e di polizia. L’attività d’indagine svolta con metodi tradizionali, attraverso l’acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza e con intercettazioni telefoniche ha consentito di acclarare la responsabilità dell’arrestato, in concorso con altri due soggetti, quale autore della rapina consumata in data 24 giugno 2020 in danno di un esercizio commerciale di Marina di Ragusa.
  • 15 agosto 2021, nella frazione di Marina di Ragusa, militari della locale Stazione Carabinieri, con il supporto della squadra di intervento operativo del 12 ° RGT. CC “Sicilia” di Palermo e di personale della squadra volanti della Questura di Ragusa, hanno arrestato per rapina aggravata in concorso due persone, entrambe gravate da precedenti penali e di polizia, poiché responsabili di quattro rapine avvenute poco prima sulla spiaggia della frazione rivierasca in danno di giovani, ai quali dietro la minaccia di una bottiglia rotta venivano asportati i telefoni cellulari. Refurtiva recuperata e restituita agli aventi diritto. 
  • 16 settembre 2021, in Scicli, militari del Comando Compagnia Carabinieri di Modica, traevano in arresto, in flagranza del reato di coltivazione e detenzione di stupefacenti a fini di spaccio una persona incensurata. La stessa veniva sorpresa in un fondo agricolo non di sua proprietà nell’atto di irrigare una piantagione costituita da n. 41 piante di cannabis alte da cm. 60 a mt. 3 circa. Medesimo contesto, militari operanti, seguito perquisizione estesa a pertinenza  rinvenivano circa 8 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana in fase di essiccazione.
  • 19 novembre 2021, in Vittoria, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile congiuntamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, hanno arrestato, in flagranza di reato, per detenzione abusiva di armi e munizioni, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un pregiudicato del luogo. A seguito di perquisizione locale eseguita da militari operanti presso la sua abitazione, venivano rinvenuti:

. un fucile cal. 12 marca bernardelli avente canna e calciolo con matricola punzonata;

. 4 cartucce per fucile cal. 12; 

. 18 cartucce cal. 9×21;

. 5,4 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina;

. 3 bilancini di precisione;

. materiale vario per il confezionamento della sostanza stupefacente.

  • 02 dicembre 2021, nei comuni di Ispica, Modica, Pozzallo, Santa Croce Camerina, Noto (SR) , Agrigento, Petralia Sottana (PA), Garbagnate (MI) e Rovereto (TN) , ambito operazione convenzionalmente denominata “Bad Uncle” , militari del Comando Compagnia Carabinieri di Modica, coadiuvati, nella fase esecutiva,  da personale del Comando Provinciale Ragusa e reparti territorialmente competenti, supportati da personale dello Squadrone Eliportato CC Cacciatori di Sicilia di Sigonella (CT), 12° Nucleo Elicotteri CC di Catania e Nucleo CC Cinofili di Nicolosi (CT), davano esecuzione ad ordinanza applicativa misure cautelari personali emessa dal Tribunale di Ragusa, su richiesta di quella Procura della Repubblica, nei confronti di 17 soggetti, di cui 7 in carcere, 7 agli arresti domiciliari e 3 all’obbligo di dimora nel comune di residenza e deferivano in s.l. ulteriori 4 persone  ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti continuata e aggravata, poiché commessa da tre persone in concorso tra loro e di essersi avvalsi di minorenne.

Attività investigativa consentiva di accertare operatività rete di spacciatori che, con modalità consolidate, approvvigionava nel mercato di Palermo e Catania ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana, per poi rivenderli al dettaglio nei comuni di Pozzallo, Modica e Ispica (RG).

L’indagine, avviata a maggio 2020, permetteva di:

. arrestare in flagranza di reato 11 soggetti e denunciarne 2 in stato di libertà;

. segnalare alla Prefettura di Ragusa 5 assuntori;

. rinvenire e sequestrare complessivamente: 400 gr. di cocaina, kg. 1,8 di marijuana, gr. 0,5 di eroina, gr. 0,25 di crack, 5 flaconi da 100 ml di metadone, 1 compressa di suboxone, 1 pistola scacciacani, 1 carabina cal. 7,65, 43 cartucce a salve e 2 cal. 9 parabellum nonché denaro contante pari a circa € 36.000,00;

. cristallizzare quasi 3.000 cessioni ed identificare circa 100 acquirenti;

. documentare 24 viaggi presso le citate località di approvvigionamento, per oltre 4 kg. di cocaina.

Otto soggetti indagati sono stati deferiti, inoltre, per aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza, con un danno erariale pari a circa € 80.000,00.

  • 12 dicembre 2021, in Comiso, i Carabinieri di Vittoria eseguivano fermo a carico di un soggetto gravato da precedenti penali e di polizia, indagato per tentato omicidio aggravato in concorso. Provvedimento restrittivo scaturiva dalle risultanze attività investigativa condotta da personale del Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria, che hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del predetto responsabile, in concorso con altro soggetto già arrestato in data 01.12.2021- nel tentato omicidio di L.M. F. avvenuto a Vittoria il 21.11.2021.
  • 14 febbraio 2022, in Scicli, militari del N.O.R. – aliquota operativa, del Comando Compagnia Carabinieri di Modica, traevano in arresto, nella flagranza del reato di estorsione una persona gravata da precedenti penali e di polizia. I militari operanti bloccavano il predetto in quella via Colombo, dopo aver prelevato, all’interno di una cabina telefonica, una busta contenente denaro in contanti estorta ad un cittadino del luogo. In particolare lo stesso aveva contattato telefonicamente un commerciante di Scicli richiedendogli la somma di euro 500,00 e minacciandolo, in caso di mancata ottemperanza, dell’incendio del negozio e dei veicoli in uso. 
C:\Users\270737nx\Desktop\foto\foto per stampa comando generale\Piazza italia Scicli.jpg
  • 26 marzo 2022, in Modica, militari della Stazione Carabinieri di Ragusa Ibla congiuntamente personale della Polizia di Stato della Questura di Ragusa e del Commissariato P.S. di Modica, corso indagini per individuare i responsabili dei numerosi furti perpetrati nelle contrade San Giacomo di Ragusa e Frigintini di Modica, traevano in arresto in flagranza del reato di furto aggravato in concorso cinque persone., tutte gravate da precedenti penali e di polizia, poiché tentavano un furto ai danni abitazione privata, non riuscendovi per l’intervento del personale interforze operante. Dopo le formalità di rito gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’A.G. informata dai comandi procedenti.
  • 13 aprile 22, in Ispica, militari della locale Stazione Carabinieri, traevano in arresto in flagranza di reato di tentato omicidio aggravato un soggetto, bracciante agricolo, incensurato. Lo stesso, al culmine di un diverbio scaturito per futili motivi, aggrediva con un coltello un connazionale ferendolo alla spalla sinistra. Malcapitato veniva trasportato da personale sanitario del 118 presso il pronto soccorso dell’ospedale “Maggiore” di Modica ove veniva ricoverato presso reparto di chirurgia con prognosi di giorni 20 s.c..
C:\Users\270737nx\Desktop\foto\PATTUGLIA ISPICA.jpg
  • 19 aprile 2022, in Vittoria (RG), a conclusione attività d’indagine, Carabinieri del N.O.R. – – aliquota operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria e militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, congiuntamente a personale della Polizia di Stato di Ragusa e del Commissariato di Vittoria, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto d’iniziativa per i reati di furto aggravato, ricettazione, porto/detenzione illegali di armi comuni da sparo: cinque persone tutti gravate da precedenti penali e di polizia. In particolare il personale operante ha eseguito una serie di perquisizioni a tappeto presso le abitazioni e i terreni in uso agli arrestati, rinvenendo oltre 200 bidoni di fitofarmaci e vari attrezzi utili per la coltivazione, frutto di ben otto furti commessi nel periodo compreso tra novembre 2021 e aprile 2022, nei territori di Vittoria, Acate (RG) e Granieri (CT), in danno di aziende agricole locali. Inoltre, gli agenti della Polizia di Stato e i Carabinieri hanno trovato in possesso di uno degli indagati un fucile marca browning cal.12 – unitamente a 47 cartucce cal.12 – oggetto di furto denunciato in data 2017 presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria, e utilizzato dalla “banda” per compiere le azioni delittuose.
\\RG4031867C000\Condivisa_C.ti_Compagnie\Stampa\COUNTRY HIDE STAMPA\IMG_1735.JPG
  • 16 maggio 2022, in Ragusa e Vittoria, ambito operazione convenzionalmente denominata “INDOMITUS” militari del N.O.R. – Sezione Operativa, del Comando Compagnia Carabinieri di Ragusa coadiuvati nella fase esecutiva da personale del Comando Provinciale Carabinieri e da quello dei Comandi Provinciali di Catania, Siracusa, Compagnie di Bologna Centro e Genova Centro, del Nucleo Cinofili di Nicolosi , Squadrone Eliportato “ Cacciatori di Sicilia ” hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa di misure cautelari personali e misure cautelari reali emessa dal G.I.P. del Tribunale di Ragusa, su richiesta della locale Procura della Repubblica, che ha concordato pienamente con le risultanze investigative refertate da reparto procedente, nei confronti di n. 23 persone (di cui n. 9 in carcere, n. 3 agli arresti domiciliari, n. 6 obbligo di presentazione alla p.g ., n. 5 deferiti in stato di liberta ’) responsabili  di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, indebita percezione del reddito di cittadinanza. Il provvedimento scaturisce da complessa e articolata attività info-investigativa condotta da ott. 2020 a mag 2021, che, ha consentito di acclarare intensa attività à di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo “marijuana”, “hashish” e “cocaina” svolta dagli indagati. Durante la fase di indagine sono stati tratti in arresto in flagranza di reato n. 10 persone, posti sotto sequestro complessivi 26 gr. di cocaina, 2,586 kg . di marijuana, 220 gr. hashish, 20 piante di canapa indiana e 13.850,00 euro ritenuti provento dell’attività illecita, segnalati all’autorità prefettizia n. 17 assuntori ex art. 75 d.p.r. 309/90. Sono state inoltre raccolte evidenze circa le false attestazioni al fine di conseguire erogazioni pubbliche (reddito di cittadinanza.  L’operazione ha consentito altresì di disporre il sequestro preventivo di sei autovetture, di un motociclo, vari rapporti bancari/postali e della somma in denaro contante di euro 100.000,00 (centomila/00) circa. In data 18 maggio 2022 militari del N.O.R. – Sezione Operativa – del Comando Compagnia Carabinieri di Ragusa hanno arrestato in esecuzione della suddetta ordinanza applicativa di misure cautelari un altro soggetto non rintracciato nella suddetta operazione di P.G. poiché all’estero. 
  • 25 maggio 2022, in Vittoria, militari del Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria, congiuntamente a militari Nucleo Investigativo di Ragusa, hanno tratto in arresto per omicidio e per porto ingiustificato di armi bianche una persona, non gravata da precedenti penali e/o di polizia. Nei fatti, militari operanti, corso attività investigativa – svolta anche attraverso l’analisi delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza presenti nell’area – raccoglievano gravi precisi e concordanti indizi di reità nei confronti del predetto ritenuto responsabile dell’omicidio di HALLA Brunilda avvenuto a Vittoria nella stessa data. 
\\RG4031867C000\Condivisa_C.ti_Compagnie\Stampa\omicidio\CC_rilievi01.jpg
  • TUTELA DELLA SALUTE E DEL LAVORO E DELL’AMBIENTE.

Piena è stata la collaborazione tra l’Arma territoriale e le varie componenti specialistiche presenti in questo territorio, dispiegate con i sottonotati comparti di specialità:

  • Nucleo Antisofisticazione e Sanità, reparto inserito, tra l’altro, nei principali sistemi di allarme comunitari in materia di alimenti, di prodotti non alimentari e di farmaci, con competenza anche sulle province di Caltanissetta e Siracusa.

In conseguenza del rischio sanitario connesso alla diffusione dell’epidemia, il reparto è stato proiettato in significativi controlli finalizzati alla verifica delle specifiche misure di prevenzione e profilassi previste dai vari D.P.C.M..

Nello specifico ambito il NAS di Ragusa ha concluso più campagne di verifica, condotte a livello nazionale, come ad esempio presso i punti prelievo delle farmacie e centri di analisi, presso le strutture ricettive dedicate all’ospitalità di persone anziane, presso discoteche nel fine settimana, nei supermercati e sui mezzi di trasporto pubblico.

In tale contesto, il reparto, all’interno della sola provincia iblea nell’ultimo triennio ha effettuato 592 ispezioni, rilevando 64 violazioni penali e 275 illeciti amministrativi, segnalando rispettivamente 41 soggetti all’ A.G. e 164 alle autorità sanitarie ed amministrative; ha chiuso 26 strutture, elevato sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre € 176.000,00.

  • Nucleo Ispettorato del Lavoro con il compito precipuo di tutelare il lavoro in tutte le sue forme, reprimendo gli abusi e contrastando il lavoro irregolare.

I militari, preposti alla verifica del rispetto della normativa su posizioni lavorative e sicurezza sui luoghi di lavoro, nell’ultimo triennio hanno ispezionato poco meno di 1000 aziende, controllando più di 2000 lavoratori, scovandone quasi 300 in nero e arrivando alla sospensione di 63 attività, al deferimento di più di 70 persone, e a comminare sanzioni per oltre 2.000.000 €. A tale attività vanno sommati gli oltre 500 controlli, effettuati anche insieme all’arma territoriale al termine del primo lockdown, a imprese ed esercizi commerciali, volti soprattutto a vegliare sull’adozione delle misure a garanzia della ripartenza in sicurezza.

Sul versante ipparino in sinergia con i reparti territoriali opera la componente specializzata dello Squadrone Eliportato Cacciatori Sicilia, con la squadra Falco 11 che da più di anno ci affiancano per il controllo delle zone rurali e impervie. Il loro operato ha portato alla localizzazione e al sequestro di 6 piantagioni di canapa in serra e in bunker, per un totale di oltre 1500 piante, al sequestro di circa 23 kg di sostanza stupefacente, al rinvenimento e sequestro di 43 armi da fuoco illegalmente detenute, effettuando un totale di 30 arresti in flagranza e altrettanti deferimenti a piede libero, nel corso di oltre 1550 perquisizioni e rastrellamenti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine