Finge un furto d’auto per danneggiare l’ex convivente

Deferito in stato di libertà per aver simulato il furto della propria autovettura sapendo benissimo invece che era a casa dell’ex convivente con la quale si era lasciato da qualche settimana. L’uomo V.M. di 56 anni originario di Monreale, residente a Sesto San Giovanni condivideva da diverso tempo la stessa autovettura con la propria convivente di Modica. Proprio a Modica i due avevano comprato l’auto con la quale non avevano mai lasciato la città. Un giorno però l’uomo dovette trasferirsi a Sesto San Giovanni per lavoro decidendo però di lasciare l’autovettura nella disponibilità della convivente. Successivamente la relazione sentimentale tra i due si era interrotta e l’uomo aveva chiesto che il veicolo gli venisse restituito. Non avendo ottenuto riscontro ma continui rifiuti, al fine di danneggiare l’ex convivente, aveva deciso di denunciare il furto del mezzo, sottolineando di avere lasciato la Lancia Y in sosta davanti alla propria abitazione e con le chiavi inserite nel cruscotto, solo il tempo di scaricare la spesa. Al ritorno non l’aveva trovata. L’indagine ha, invece, accertato che l’auto non aveva mai lasciato Modica. V.M. è stato, pertanto, deferito in stato di libertà per simulazione di reato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine