Frigintini: sequestrata area di stoccaggio. Denunciato il proprietario 60enne

Nell’ambito dei controlli disposti in materia ambientale e della tutela della salute pubblica per verificare le corrette procedure dalle imprese in materia di gestione dei rifiuti, agenti della polizia provinciale di Ragusa, su direttive del comandante Raffaele Falconieri, ha accertato che all’interno di un’azienda, ubicata a Frigintini, frazione rurale di Modica, in un’area all’aperto di oltre 150 metri quadrati (foto) risultavano depositati, senza le necessarie autorizzazioni di legge, rottami metallici costituiti principalmente da ringhiere e infissi in alluminio e carcasse di elettrodomestici dismessi.

Rinvenuti altresì 3 cassoni scarrabili contenenti anch’essi rottami ferrosi.

Il titolare dell’impresa V.A., 60 anni, modicano, iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per la raccolta e il trasporto di rifiuti non pericolosi, costituiti da rottami metallici, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di stoccaggio provvisorio di rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da rottami metallici. Tutta l’area è stata sottoposta a sequestro, già convalidato dal Gip del Tribunale di Ragusa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine