“Furbetti” del vaccino: il manager Aliquò sospende dal servizio due funzionari

Con provvedimento immediatamente esecutivo, sono stati sospesi per 30 giorni dal servizio i due responsabili della vaccinazioni coinvolti nel pasticcio di Scicli. Lo conferma il manager dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò. Il 6 gennaio scorso, al centro di vaccinazione di Scicli, erano state predisposte 150 dosi di vaccino destinate ad altrettante persone, aventi diritto. Avendo già miscelato i vaccini, non si erano presentate all’appuntamento una quarantina di persone e allora – questa fu la prima versione data – piuttosto che gettare via un bene prezioso, si era diffusa per passaparola, la notizia delle vaccinazione disponibili. Fuori dal centro dove si stava procedendo, si era creato un piccolo assembramento con molti malcontenti. Dopo l’intervento delle autorità e dall’analisi degli elenchi acquisiti dai Nas dei carabinieri era invece emerso che erano stati coinvolti direttamente nelle vaccinazioni diversi parenti delle persone che in quel momento avevano la responsabilità della vaccinazione. In un primo momento, Claudio Caruso, venne dispensato dalla responsabilità dal servizio vaccinazioni che venne affidata ad Antonella Celestre che dopo qualche giorno si dimise. Attualmente il responsabile del servizio è il dottor Piero Bonomo. Con il provvedimento odierno, avendo i due precedenti responsabili, disatteso le direttive precise impartite ed imposte per la somministrazione dei vaccini, il manager ha provveduto alla sospensione cautelativa dal servizio di entrambi, per 30 giorni, deferendo i due medici alla commissione disciplinare alla quale sono stati contestualmente stati inviati gli atti per la valutazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine