I Briganti sono loro.

Le parole non bastano più, stiamo accanto ai “Briganti” di Librino, a Catania. Loro sono un presidio contro la criminalità, la combattono con lo sport, l’educazione, la cultura. Togliendo i ragazzi di un quartiere considerato “difficile” dalla strada.

La scorsa notte, ancora una volta, sono stati attaccati con il fuoco. Il loro pulmino è stato incendiato e distrutto.

Meno di un mese fa il furto di tutti i materiali fondamentali per far funzionare la Onlus.

Tre anni fa avevano distrutto la sede, compresi gli spazi dove i volontari aiutano i bambini per il doposcuola.

“Siamo evidentemente sotto attacco” le loro poche ma amarissime parole. Oggi tocca a noi non lasciarli soli.  

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine